fbpx

Attività internazionale risultati Mondiali Universitari Scottish U 14 e British Blind

  07 Luglio 2012 News
Condividi su:

 

MONDIALI UNIVERSITARI: SPAGNA MATTATRICE – La Spagna è stata la mattatrice dei Campionati Campionati Mondiali Universitari che si sono conclusi sul percorso dello Ypsilon Golf Resort (par 72) di Liberec nella Repubblica Ceca. Gli iberici, infatti, hanno vinto i quattro titoli a disposizione, ossia i due individuali e i due a squadre. Nel torneo maschile ha prevalso l’iberico Carlos Pigem con 270 (69 64 68 69) con medaglia d’argento per il connazionale Juan Sarasti e di bronzo per il britannico David Booth, entrambi con 293, e quarta posizione con lo stesso score per lo svedese Philip Eriksson, che aveva iniziato da leader il giro finale. In quinta con 274 lo spagnolo Scott Fernandez e in sesta con 275 un altro iberico, Jacobo Pastor. Primo degli italiani Filippo Zucchetti, 14° con 280 (70 72 70 68), quindi Valerio Pelliccia, 22° con 282 (72 72 71 67), e 40.i con 288 Francesco Testa (75 77 67 69) e Lorenzo Scotto (72 73 71 72) Nella graduatoria a squadre la Spagna (808 – 202 197 206 203) ha preceduto l’Irlanda (835), la Gran Bretagna (835), la Corea del Sud (838), Taipei (840), la Svezia (841), la Francia (842) e l’Italia, ottava con 843 (214 217 208 204). Nel campionato femminile con un gran 64 conclusivo l’iberica Camilla Hedberg (271 – 68 72 67 64) ha vinto la classifica individuale e ha trascinato la Spagna al titolo a squadre. Al secondo posto con 272 la statunitense Amy Anderson, quindi con 277 la spagnola Marta Sanz e l’americana Caroline Powers e con 279 le tedesche Lara Katzy e Sophia Popov. In bassa classifica le azzurre Federica Maria Costantini, 37ª con 303 (76 73 79 75), Alessandra Braida, 43ª con 306 (78 76 79 73), e Valeria Tandrini, 49ª con 315 (83 77 76 79). Nella graduatoria a squadre la Spagna ha concluso con 545 colpi (139 141 131 134) e ha superato gli Stati Uniti, stesso score. Al terzo posto la Germania (557), al quarto la Svezia (561), al quinto Taipei (567) e al 14° con 606 (154 149 155 148) l’Italia. Il team azzurro è stato accompagnato da Stefano Sardi

 

Terzo giro – Si concludono con la disputa del quarto giro i Campionati Mondiali Universitari sul percorso dello Ypsilon Golf Resort (par 72) di Liberec nella Repubblica Ceca. Nel campionato maschile lo svedese Philip Eriksson è il nuovo leader con 200 (67 69 64) colpi davanti agli spagnoli Carlos Pigem (201) e Jacobo Pastor (203). Al quarto posto con 204 l’irlandese Ian O’Rourke, al quinto con 206 il britannico David Booth, l’iberico Juan Sarasti e Kuan-po Lin di Taipei. Il migliore degli italiani è Filippo Zucchetti, 19° con 212 (70 72 70), quindi in 31ª posizione con 215 (72 72 71 ) Valerio Pelliccia, in 34ª con 216 (72 73 71) Lorenzo Scotto e in 43ª con 219 (75 77 67) Francesco Testa, autore di un buon recupero con un 67. Nella graduatoria a squadre la Spagna ha mantenuto la leadership con 605 colpi (202 197 206). Seguono Irlanda (628), Svezia (629), Taipei (630), Gran Bretagna (632) e Corea del Sud (633). L’Italia è decima con 639 (214 217 208). Nel campionato femminile il terzo giro è stato sospeso per maltempo come era giù accaduto nel primo. Nella classifica provvisoria l’azzurra Federica Maria Costantini è 31ª con 228 (76 73 79), mentre sono state fermate lungo il percorso Alessandria Braida, con "+7" alla buca 17, e Valeria Tandrini con "+3" alla 16. In vetta è rimasta la statunitense Amy Andersson (204 – 67 69 68) che ha tre colpi di vantaggio sulle spagnole Marta Sanz e Camilla Hedberg (207) e cinque sulla connazionale Caroline Powers (209).

 

Secondo giro – La Spagna sta dominando il torneo maschile e gli Stati Uniti si stanno facendo strada in quello femminile nei Campionati Mondiali Universitari in svolgimento allo Ypsilon Golf Resort (par 72) di Liberec nella Repubblica Ceca. Nel campionato maschile sono al comando con 133 colpi tre giocatori iberici: Carlos Pigem (69 64), Juan Sarasti (69 64) e Jacobo Pastor (64 49) che hanno un buon margine di tre colpi sullo svedese Philip Eriksson. Al quinto posto con 137 lo statunitense Preston Wilkins e gli irlandesi Ian O’Rourke e Gary Hurley. Il migliore degli italiani è Filippo Zucchetti, 23° con 142 (70 72), quindi in 32ª posizione con 144 Valerio Pelliccia (72 72), in 36ª con 145 (72 73) Lorenzo Scotto e in 71ª con 152 (75 77) Francesco Testa. Nella graduatoria a squadre gli spagnoli (399 – 202 197) hanno preso decisamente il largo. Seguono con 419 l’Irlanda e la Gran Bretagna, con 421 la Corea del Sud e con 422 la Svezia e il Canada. All’11° posto l’Italia con 431 (214 217). Nella gara femminile è salita in vetta con 136 (67 69) colpi la statunitense Amy Anderson, tallonata con 137 dalla svedese Julia Davidsson. Al terzo posto con 140 l’americana Emilie Burger e la spagnola Camilla Hedberg, al quinto con 141 altre due statunitensi, Caroline Powers e Lauren Stratton, la tedesca Sophia Popov e Szu-han Chen di Taipei. A metà classifica le italiane: Federica Maria Costantini, 27ª con 149 (76 73), Alessandra Braida, 41ª con 154 (78 76), e Valeria Tandrini, 49ª con 160 (83 77). Nella graduatoria a squadre sono in vetta gli Stati Uniti con 273 (139 134 colpi) davanti a Spagna (280), Svezia (281), Taipei (282) e Germania (285). In 14ª posizione l’Italia con 303 (154 149).

 

Primo giro – Sono iniziati sul percorso dello Ypsilon Golf Resort (par 72), a Liberec nella Repubblica Ceca, i Campionati Mondiali Universitari di golf. Nel torneo maschile Filippo Zucchetti, 11° con 70 (-2) colpi, ha ottenuto il miglior score tra i quattro azzurri in gara. Sono al 28° posto con 72 (par) Valerio Pelliccia e Lorenzo Scotto e si trova al 53° con 75 (+3) Francesco Testa. Guida la graduatoria con un ottimo 64 (-8) lo spagnolo Jacobo Pastor Lopez, seguito con 67 (-5) dal connazionale José Bondia Gil e dallo svedese Philip Eriksson. Al quarto posto con 68 (-4) l’irlandese Gary Hurley e il cinese Chan-shih Chang, al sesto con 69 (-3) gli altri due iberici Juan Sarasti Bernaras e Carlos Pigem, lo statunitense Logan Herbst, il canadese Charles Cote e il coreano Chang-woo Lee. La gara femminile è stata sospesa per maltempo. Hanno completato il percorso le tre azzurre in campo: Federica Maria Costantini (nella foto), 15ª con 76 (+4), Alessandra Braida, 20ª con 78 (+6), e Valeria Tandrini, 25ª con 83 (+11). Nella classifica provvisoria è in vetta con 68 l’iberica Camilla Hedberg Bertrand, che precede la tedesca Sophia Popov (69) e la francese Clotilde Chazot (70). In quarta posizione con 71 (-2) la spagnola Rocio Sanchez Lobato, la tedesca Leigh Whittaker e la norvegese Elisabeth Haavardsholm. Accompagna il team azzurro Stefano Sardi. Prologo– Sette giocatori azzurri prenderanno parte ai Campionati Mondiali Universitari in programma dal 3 al 6 luglio sul percorso dello Ypsilon Golf Resort a Liberec nella Repubblica Ceca. La squadra maschile è composta da Valerio Pelliccia, Lorenzo Scotto, Francesco Testa e Filippo Zucchetti, quella femminile da Alessandra Braida, Federica Maria Costantini (nella foto) e da Valeria Tandrini. Il torneo si disputa sulla distanza di 72 buche. Nel 2008 il titolo è stato appannaggio di Leonardo Motta, ora professionista. Accompagna gli azzurri Stefano Sardi.

 

 

SCOTTISH BOYS UNDER 14: VINCE UN INGLESE, SECONDO TEODORO SOLDATI – Teodoro Soldati si è classificato al secondo posto con 143 colpi (72 71, +3) nello Scottish Boys Under 14 Open Amateur Stroke Play Championship disputato al Buchanan Castle Golf Club (par 70) di Buchanan, nei pressi di Glasgow in Scozia, e vinto con 141 (69 72, +1) dall’inglese Matty Lamb, leader già nel primo dei due giri in cui si è articolata la gara. Al terzo posto con 144 (+4) l’irlandese Herman Loubser e al quarto con 146 (75 71, +6) l’altro azzurro Leonardo Novella alla pari con lo scozzese Calum Graham, quindi altri tre giocatori di casa con 148 (+8): Lewis Reid, Aidan Husenne e Matthew McCulloch. A completare la bella prestazione del terzetto italiano il 13° posto ottenuto da Edoardo Giletta (71 82, +13), che è rimasto in alta classifica pur non avendo mantenuto il ritmo iniziale dopo la seconda piazza conquistata alla fine del primo turno. Ha accompagnato il team l’allenatore Giorgio Grillo.

 

Primo giro – Edoardo Giletta è al secondo posto con 71 (+1) colpi, preceduto con 69 (-1) dall’inglese Matty Lamb, dopo il primo giro dello Scottish Boys Under 14 Open Amateur Stroke Play Championship, che si sta disputando al Buchanan Castle Golf Club (par 70) di Buchanan, nei pressi di Glasgow in Scozia. Hanno fornito una bella prova anche gli altri due azzurri in campo: Edoardo Soldati, terzo con 72 (+2), e Leonardo Novella, 14° con 75 (+5). Soldati è alla pari con gli scozzesi Ronan Higgins, Matthew McCulloch e Rory Franssen, Il torneo si disputa sulla distanza di 36 buche. Accompagna il team l’allenatore Giorgio Grillo. Prologo – Edoardo Giletta, Leonardo Novella e Teodoro Soldati partecipano allo Scottish Boys Under 14 Open Amateur Stroke Play Championship (3-4 luglio) che si disputa al Buchanan Castle Golf Club di Buchanan, nei pressi di Glasgow in Scozia. Accompagna il team l’allenatore Giorgio Grillo.   ANDREA CALCATERRA E CHIARA POZZI GIACOSA VINCONO IL BRITISH BLIND OPEN – Andrea Calcaterra e Chiara Pozzi Giacosa hanno confermato i loro titoli nel British Blind Open Championship disputato al Cardona Hotel G&CC, a Peebles in Scozia. Il primo si è imposto per la terza volta consecutiva e la Pozzi Giacosa per la quarta di fila: per entrambi una sequenza che non si era mai verificata nella storia del torneo. Calcaterra ha vinto nella categoria lorda B1 (totally blind), mentre nella B2 ha prevalso l’inglese Pieta Le Roux e nella B3 l’altro inglese John Eakin. La Pozzi Giacosa ha superato nella graduatoria pareggiata la nordirlandese Jan Dinsdale, sua tradizionale rivale, e l’inglese Frances Radford. Nella categoria pareggiata maschile tre inglesi ai primi posti: Pieta Le Roux, Simon Cookson e John Eakin. Occorre dire che i britannici erano in preponderanza: infatti nella lista dei 42 partenti erano in 37 insieme a tre italiani, a un canadese e a un olandese. Ha partecipato per la prima volta ad una gara estera Mirko Ghiggeri, di Rapallo, che si è classificato quarto nella B2 e decimo nella pareggiata, facendosi ammirare per la sua prestazione anche dai maggiorenti dell’International Blind Golf Association. Per le pessime condizioni del campo, con tante pozze d’acqua, il torneo è stato anticipato di un giorno e pertanto i concorrenti e i loro coach non hanno potuto provarlo. Gli score sono stati, di conseguenza, abbastanza alti. Prossimi impegni per Calcaterra e Pozzi Giacosa in Canada. Nei giorni 12 e 13 luglio si svolgerà il Canadian Open sul percorso del Mountains Golf Course, a Truro nella  Nuova Scotia, e successivamente al GC Truro avrà luogo il Campionato del Mondo con la partecipazione di 54 concorrenti provenienti da 16 paesi. La Pozzi Giacosa difenderà il titolo; Calcaterra proverà a migliorare il secondo posto conseguito nel 2010 in Inghilterra.   Prologo – Andrea Calcaterra, campione uscente, Mirko Ghiggeri e Chiara Pozzi Giacosa saranno tra i 48 giocatori partecipanti al British Blind Open Championship al Cardona Hotel G&CC, a Peebles in Scozia. I giocatori, che competono sulla distanza di 36 buche, sono divisi in tre categorie di visus: B1 nella quale giocano Calcaterra e la Pozzi Giacosa, B2 con Ghiggeri alla prima esperienza all’estero, e la B3. Tra i pretendenti al titolo i britannici William McAllister, Simon Cookson, l’irlandese Paul O’Rahilly e lo scozzese Alastair Reid. In campo femminile prevedibile duello tra la Pozzi Giacosa e la nordirlandese Jan Dinsdale