fbpx

Amateur Championship allo scozzese Bradley Neil

  22 Giugno 2014 News
Condividi su:

Il diciottenne scozzese Bradley Neil ha sconfitto per 2/1 nella finale su 36 buche il sudafricano Zander Lombard e ha vinto il 119° Amateur Championship, disputato sul percorso del Royal Portrush (par 70) a Portrush in Irlanda. In semifinale Neil aveva eliminato per 2/1 il connazionale Connor Syme e Lombard aveva estromesso per 1 up l’inglese Sean Towndrow. Renato Paratore (nella foto) e Michele Cea sono usciti nel primo turno di match play. Il primo è stato battuto per 3/1 dall’inglese Jordan Smith e Cea si è arreso allo scozzese Chris Robb per 3/2. Paratore è andato subito sotto con un bogey alla seconda buca, che si è combinato con un birdie dello scatenato avversario, il quale nelle successive sette ne ha messi a segno altri quattro, di cui uno solo contrato dall’azzurro che al giro di boa ha accusato un passivo di 4 down. Nel rientro ha provato ha rimontare portandosi 2 down alla 16ª, ma subito dopo Smith ha chiuso il conto con un nuovo birdie. Cea ha tenuto per sei buche, poi con due bogey e una palla alzata tra la nona e la 12ª ha dato via libera allo scozzese che ha mantenuto il vantaggio di 3 up con una certa tranquillità. I due italiani erano stati ammessi alla fase matchplay dopo una bella prova in qualifica dove Paratore si è classificato al secondo posto con 137 colpi (71 66, -4) e Cea al 28° con 143 (71 72, +2). Si è imposto l’inglese Daniel Brown con 133 (66 67, -8) e ha concluso con lo stesso score di Paratore anche l’altro inglese Ashton Turner. Ancora un inglese al quarto posto con 138 (-3), Paul Howard, insieme allo svedese Hannes Ronneblad e al sesto con 139 (-2) Chris Robb e lo statunitense Brandon Hagy. Nono sono entrati tra i settanta promossi agli incontri a eliminazione diretta: Paolo Ferraris, 86° con 147 (74 73, +6), Guido Migliozzi, 142° con 150 (77 73, +9), Enrico Di Nitto, 155° con 151 (78 73, +10), Federico Zucchetti, (76 76), Jacopo Vecchi Fossa (74 78) e Riccardo Michelini (77 75), 173.i con 152 (+11), Filippo Zucchetti 267° con 161 (84 77, +20), Giulio Castagnara, 271° con 163 (86 77, +22), e Rocco Sanjust, 273° con 165 (81 84, +24). In qualifica i 288 partenti si sono alternati anche sul tracciato di Portstewart (par 71). Nel 2009 il prestigioso titolo è stato appannaggio di Matteo Manassero, allora sedicenne, il più giovane vincitore nella storia della gara, che terminò primo anche nella qualifica con quattro colpi di vantaggio. Hanno accompagnato il team azzurro gli allenatori Giorgio Grillo e Marco Soffietti.   Secondo giro di qualifica – Renato Paratore, con un gran secondo giro in 66 (-6) colpi e lo score di 137 (71 66, -4) ha concluso al secondo posto la qualificazione su 36 buche medal nel 119° Amateur Championship, che ora passa alla fase match play dove è stato ammesso anche Michele Cea, 28° con 143 (71 72, +2). La prima parte del torneo, con 288 partenti, si è svolta sui due percorsi del Royal Portrush (par 70) e del Portstewart (par 71), a Portrush in Irlanda, dove la nebbia ha impedito il gioco nella seconda giornata, così che si viaggerà con un giorno di ritardo sul programma. La qualifica è stata vinta dall’inglese Daniel Brown con 133 colpi (66 67, -8) e ha concluso con lo stesso score di Paratore anche l’altro inglese Ashton Turner. Un altro inglese al quarto posto con 138 (-3), Paul Howard, insieme allo svedese Hannes Ronneblad e al sesto con 139 (-2) lo scozzese Chris Robb e lo statunitense Brandon Hagy. Paratore ha girato sul Royal Portrush realizzando quattro birdie, senza bogey e Cea, sullo stesso tracciato, ha ottenuto un 72 (+2) con tre birdie e cinque bogey. Nono sono entrati tra i settanta ammessi agli incontri a eliminazione diretta: Paolo Ferraris, 86° con 147 (74 73, +6), Guido Migliozzi, 142° con 150 (77 73, +9), Enrico Di Nitto, 155° con 151 (78 73, +10), Federico Zucchetti, (76 76), Jacopo Vecchi Fossa (74 78) e Riccardo Michelini (77 75), 173.i con 152 (+11), Filippo Zucchetti 267° con 161 (84 77, +20), Giulio Castagnara, 271° con 163 (86 77, +22), e Rocco Sanjust, 273° con 165 (81 84, +24). Nel 2009 il prestigioso titolo è stato appannaggio di Matteo Manassero, allora sedicenne, il più giovane vincitore nella storia della gara, che terminò primo anche nella qualifica con quattro colpi di vantaggio. Accompagnano il team azzurro gli allenatori Giorgio Grillo e Marco Soffietti.   Secondo giro di qualifica sospeso – La nebbia ha impedito il regolare svolgimento del secondo giro di qualificazione su 36 buche medal nel 119° Amateur Championship, che si sta svolgendo sui percorsi del Royal Portrush (par 70) e del Portstewart (par 71), a Portrush in Irlanda. La nebbia ha ridotto la visibilità e ha costretto prima a una lunga sospensione su entrambi i tracciati e poi ad altre soste, per cui soltanto pochissimi giocatori hanno potuto portare a compimento il turno.   Primo giro di qualifica – Sui percorsi del Royal Portrush (par 70) e del Portstewart (par 71), a Portrush in Irlanda, è iniziato con le prime 18 buche, sulle 36 della qualificazione medal, il 119° Amateur Championship, un vero major per dilettanti. Nella classifica, che fa riferimento al par essendo differenti quello dei due campi, Renato Paratore e Michele Cea sono al 25° posto con il par dopo un 71 di entrambi al Portstewart. E’ in vetta con “meno 4” (66 Royal Portrush) l’inglese Daniel Brown, seguito con “meno 3” dal connazionale Ryan Evans, dallo scozzese Liam Johnston, dal danese Victor Fasmer Henum, dal francese Kenny Subregis (tutti 68 PS) e dell’altro transalpino Mathieu Fenasse (67 RP). Sono fuori dalla zona qualifica gli altri italiani in campo: Paolo Ferraris (74 PS) e Jacopo Vecchi Fossa (74 PS), 92.i con “+3”, Federico Zucchetti (76 RP) e Guido Migliozzi (77 PS), 182.i con “+6”, Riccardo Michelini (77 RP), 210° con “+7”, Enrico Di Nitto (78 RP), 224° con “+8”, Rocco Sanjust (81 PS), 252° con “+10”, Filippo Zucchetti (84 PS), 277° con “+13”, e Giulio Castagnara (86 RP), 283° con “+16”. Al via 288 giocatori che nella qualifica si alternano sui due tracciati. Al termine i primi 64 classificati e i pari merito al 64° posto accederanno alla fase match play. Nel 2009 il prestigioso titolo è stato appannaggio di Matteo Manassero, allora sedicenne, il più giovane vincitore nella storia della gara. Accompagnano il team azzurro gli allenatori Giorgio Grillo e Marco Soffietti.   Prologo – Dieci giocatori compongono il team azzurro che prende parte al 119° Amateur Championship in programma dal 16 al 21 giugno sui percorsi del Royal Portrush e del Portstewart a Portrush in Irlanda. Scenderanno in campo Giulio Castagnara, Michele Cea, Enrico Di Nitto, Paolo Ferraris, Riccardo Michelini, Guido Migliozzi, Jacopo Vecchi Fossa, Federico Zucchetti, Filippo Zucchetti e Renato Paratore, che lo scorso anno si fermò ai quarti di finale. Nel field anche Rocco Sanjust. Al via 288 giocatori che nella qualificazione su 36 buche medal si alterneranno sui due percorsi. Al termine i primi 64 classificati e i pari merito al 64° posto accederanno alla fase match play. Nel 2009 il prestigioso titolo è stato appannaggio di Matteo Manassero, allora sedicenne, il più giovane vincitore nella storia della gara, un vero major per dilettanti. Accompagnano il team azzurro gli allenatori Giorgio Grillo e Marco Soffietti.   I risultati