fbpx

Alps Tour: in Egitto vince Thomas Elissalde cinque italiani tra i top ten

  19 Febbraio 2015 News
Condividi su:

Il francese Thomas Elissalde (nella foto) ha vinto con 207 colpi (65 69 73, -9), dopo una corsa di testa, il Red Sea El Ein Bay Open, torneo  di golf inaugurale dell’Alps Tour 2015 svoltosi sul percorso del Sokhna GC (par 72), nei pressi di Suez in Egitto. Buona la prova degli italiani dei quali cinque hanno concluso tra i top ten: Leonardo Motta, sesto con 212 (71 72 69, -4), Andrea Rota, settimo con 213 (72 73 68, -3), Andrea Bolognesi (72 72 70), Andrea Perrino (73 70 71) ed Enrico Di Nitto (70 71 73), noni con 214 (-2).   Secondo titolo – Elissalde, 22enne di Biarritz gratificato con 5.000 euro su un montepremi di 30.000 euro, è al secondo titolo nel circuito dopo quello ottenuto nel Gooser Open dello scorso anno. Ha preceduto di un colpo il connazionale Matthieu Pavon (208, -8), che gli ha lasciato strada con un bogey sull’ultima buca, di tre l’altro connazionale Leo Lespinasse e lo spagnolo Juan Antonio Bragulat (210, -6) e di quattro l’inglese Steven Tiley (211, -5).   Si sono classificati al 17° posto con 216 (par) Alessio Bruschi (74 70 72) e Gregory Molteni (69 73 74), al 23° con 217 (+1) Federico Maccario (75 71 71), al 28° con 218 (+2) Nino Bertasio (72 72 74) e Aron Zemmer (73 71 74), al 35° Cristiano Terragni (74 69 77), al 39° con 221 (+5) Corrado De Stefani (76 70 75) e Andrea Romano (70 75 76), e al 44° con 222 (+6) Alberto Campanile (75 69 78).   Dei 29 italiani in campo non hanno superato il taglio: Andrea Maestroni, Lorenzo Scotto, Federico Colombo e Francesco Testa, 48.i con 147 (+3); Lorenzo Guanti e Mattia Miloro, 57.i con 148 (+4); Tommaso Orzalesi, 62° con 149 (+5); Stefano Pitoni, 70° con 151 (+7); Alessandro Stucchi (am), 79° con 153 (+9); Simone Baroni, 87° con 157 (+13), Marco Bernardini, 90° con 158 (+14); Alberto Fisco e Luca Buscioni (am), 91.i con 159 (+15) e Leonardo Sbarigia, 96° con 166 (+22). Si è ritirato Nicolò Gaggero. Replica sullo stesso percorso con il Red Sea Little Venice Open dal 23 al 25 febbraio.     SECONDO GIRO – Il francese Thomas Elissalde ha mantenuto il comando con 134 (65 69, +10) colpi nel Red Sea El Ein Bay Open, torneo inaugurale dell’Alps Tour 2015 di golf che si conclude con la disputa del terzo giro sul percorso del Sokhna GC (par 72), nei pressi di Suez in Egitto.   Lo seguono con 135 (-9) l’inglese Steven Tiley e con 136 (-8) lo spagnolo Juan Antonio Bragulat e i francesi Matthieu Pavon e Clement Batut.     Di Nitto primo italiano – E’ tra i top ten Enrico Di Nitto, ottavo con 141 (70 71, -3), e appena oltre Gregory Molteni, 11° con 142 (69 73, -2). Sono al 15° posto con 143 (-1) Cristiano Terragni (74 69), Leonardo Motta (71 72) e Andrea Perrino (73 70), al 25° con 144 (par) Aron Zemmer (73 71), Nino Bertasio (72 72), Alberto Campanile (75 69), Alessio Bruschi (74 70) e Andrea Bolognesi (72 72), al 34° con 145 (+1) Andrea Rota (72 73) e Andrea Romano (70 75), e al 41° con 146 (+2) Federico Maccario (75 71) e Corrado De Stefani (76 70).     Dae 29 italiani azzurri in campo non hanno superato il taglio: Andrea Maestroni, Lorenzo Scotto, Federico Colombo e Francesco Testa, 48.i con 147 (+3); Lorenzo Guanti e Mattia Miloro, 57.i con 148 (+4); Tommaso Orzalesi, 62° con 149 (+5); Stefano Pitoni, 70° con 151 (+7); Alessandro Stucchi (am), 79° con 153 (+9); Simone Baroni, 87° con 157 (+13), Marco Bernardini, 90° con 158 (+14); Alberto Fisco e Luca Buscioni (am), 91.i con 159 (+15) e Leonardo Sbarigia, 96° con 166 (+22). Si è ritirato Nicolò Gaggero. Il montepremi è di 30.000 euro. Replica sullo stesso percorso con il Red Sea Little Venice Open dal 23 al 25 febbraio.     PRIMO GIRO -Gregory Molteni e Federico Colombo sono al quinto posto con 69 (-3) colpi dopo il giro iniziale del Red Sea El Ein Bay Open, torneo inaugurale dell’Alps Tour 2015 che si sta disputando sul percorso del Sokhna GC (par 72), nei pressi di Suez in Egitto. Guida la graduatoria con 65 (-7) il francese Thomas Elissalde che precede di due lunghezze il connazionale Leo Lespinasse (67, -5) e di tre l’altro transalpino Clement Batut e l’inglese Steven Tiley (68, -3). Hanno offerto una bella prova anche Andrea Romano ed Enrico Di Nitto, ottavi con 70 (-2). Sono nella parte buona della classifica Leonardo Motta, 16° con 71 (-1), Francesco Testa, Andrea Rota, Mattia Miloro, Andrea Bolognesi, Andrea Maestroni e Nino Bertasio, 17.i con 72 (par), Andrea Perrino, Aron Zemmer e Lorenzo Guanti, 31.i con 73 (+1). In bilico sulla linea del taglio Alessio Bruschi, Nicolò Gaggero, Cristiano Terragni, Lorenzo Scotto e Tommaso Orzalesi, 41.i con 74 (+2). Il torneo si svolge sulla distanza di 54 buche con un montepremi di 30.000 euro. Replica sullo stesso percorso con il Red Sea Little Venice Open dal 23 al 25 febbraio. Prologo – Con il Red Sea El Ein Bay Open (17-19 febbraio) prende il via l’Alps Tour 2015, che al momento prevede 22 eventi. Si gioca sul percorso del Sokhna GC, nei pressi di Suez, dove saranno in campo ben 29 giocatori italiani: Simone Baroni, Marco Bernardini, Nino Bertasio, Andrea Bolognesi, Alessio Bruschi, Luca Buscioni, Alberto Campanile, Federico Colombo, Corrado De Stefani, Enrico Di Nitto, Alberto Fisco, Nicolò Gaggero, Lorenzo Guanti, Federico Maccario, Andrea Maestroni, Mattia Miloro, Gregory Molteni, Leonardo Motta, Tommaso Orzalesi, Andrea Perrino, Stefano Pitoni, Andrea Romano, Andrea Rota, Leonardo Sbarigia, Lorenzo Scotto, Alessandro Stucchi (am), Cristiano Terragni, Francesco Testa e Aron Zemmer.  Tra i possibili protagonisti, insieme Nino Bertasio, vincitore lo scorso anno di due eventi e dell’ordine di merito, e ad altri azzurri, anche l’austriaco Uli Wienhandl, l’inglese Andrew Cooley, lo spagnolo Juan Antonio Bragulat, lo sloveno Tim Gornik e i francesi Thomas Elissalde e Julien Grillon. Il montepremi è di 30.000 euro. Replica sullo stesso percorso con il Red Sea Little Venice Open dal 23 al 25 febbraio.   I risultati