fbpx

Alps Tour: dominio spagnolo, Bertasio 7°

  20 Luglio 2013 News
Condividi su:

Gli spagnoli hanno dominato nell’Alps de Andalucia (Alps Tour), ma era prevedibile essendo in numero preponderante. Sul percorso del Club de Golf Playa Serena (par 72) di Roquetas de Mar, nei pressi di Almería in Spagna, si è imposto con 199 colpi (65 65 69, -17) Pol Bech e si sono classificati secondi con 200 (-16) Carlos Balmaseda e Javier Colombo. In quarta posizione con 202 (-14) il francese Thomas Linard e il brillante amateur belga Thomas Detry  e in sesta con 203 (-13) l’iberico Juan Parron. Ha ottenuto un buon settimo posto Nino Bertasio (nella foto), che grazie a un 65 (-7) conclusivo ha rimontato dal 30° con 204 (70 69 65, -12), migliore degli italiani, quindi al 22° con 208 (-8) Leonardo Motta (70 67 71), al 27° con 209 (-7) Lorenzo Guanti (72 68 69), al 33° con 211 (-5) Alberto Campanile (69 68 74) e al 35° con 212 (-4) Mattia Miloro (70 69 73) e Lorenzo Scotto (69 66 77). Non hanno superato il taglio, caduto a 140: Alessio Bruschi e Joon Kim, 56.i con 143 (-1), Andrea Romano, 70° con 144 (par), Aron Zemmer, Alessandro Grammatica e Cristiano Terragni, 77.i con 145 (+1), Francesco Gatti, 84° con 146 (+2), Andrea Bolognesi, 114° con 150 (+6), Giacomo Tonelli, 115° con 151 (+7), e Marco Guerisoli, 128° con 154 (+10). A Bech è andato un assegno di 6.960 euro sui 48.000 euro di montepremi.  Secondo posto – Con una bella rimonta, propiziata da un parziale di 66 (-6 con otto birdie e due bogey), Lorenzo Scotto è risalito dalla 28ª alla quinta posizione con 135 colpi (69 66, -9) nell’Alps de Andalucia, in svolgimento al Club de Golf Playa Serena (par 72) di Roquetas de Mar, nei pressi di Almería in Spagna. Come era prevedibile gli spagnoli, che sono in numero preponderante, hanno provato a prendersi la scena e ci sono riusciti con Pol Bech, leader con 130 (65 65, -14), ma il forte dilettante belga Thomas Detry, si è inserito al secondo posto con 132 (-12), relegando proprio in extremis al terzo gli altri due iberici Ivo Giner e Javier Colomo (133, -11). Scotto ha la compagnia di altri tre iberici, Marco Pastor, Carlos Balmaseda e Vicente Blazquez, dell’austriaco Uli Weinhandl, del gallese Rhys Enoch e del francese Thomas Linard. Sono rimasti in gara Leonardo Motta (70 67) e Alberto Campanile (69 68), 14.i con 137 (-7), Mattia Miloro (70 69) e Nino Bertasio (70 69), 30.i con 139 (-5), e Lorenzo Guanti, 39° con 140 (72 68, -4). Non hanno superato il taglio, caduto a 140: Alessio Bruschi e Joon Kim, 56.i con 143 (-1), Andrea Romano, 70° con 144 (par), Aron Zemmer, Alessandro Grammatica e Cristiano Terragni, 77.i con 145 (+1), Francesco Gatti, 84° con 146 (+2), Andrea Bolognesi, 114° con 150 (+6), Giacomo Tonelli, 115° con 151 (+7), e Marco Guerisoli, 128° con 154 (+10). Il montepremi è di 48.000 euro dei quali 6.960 andranno al vincitore. Primo giro – Lorenzo Scotto e Alberto Campanile sono al 28° posto con 69 (-3) colpi nel’Alps de Andalucia, che si sta svolgendo al Club de Golf Playa Serena (par 72) di Roquetas de Mar, nei pressi di Almería in Spagna. E’ al comando con 64 (-8) lo spagnolo Marcos Pastor, seguito con 65 (-7) dai connazionali Ivo Giner, Juan Quiros, David Borda, Pol Bech e dal gallese Rhys Enoch. Sono a metà classifica Mattia Miloro, Leonardo Motta e Nino Bertasio 43.i con 70 (-2) e si trovano oltre Andrea Romano e Lorenzo Guanti 68.i con 72 (par), Alessandro Grammatica e Cristiano Terragni 78.i con 73 (+1), Alessio Bruschi, Giacomo Tonelli e Francesco Gatti 90.i con 74 (+2), Andrea Bolognesi e Aron Zemmer 105.i con 75 (+3), Joon Kim 119° con 77 (+5) e Marco Guerisoli, 126° con 78 (+6). Il montepremi è di 48.000 euro dei quali 6.960 andranno al vincitore.  Prologo – L’Alps Tour propone l’Alps de Andalucia (18-20 luglio, 54 buche) in programma al Club de Golf Playa Serena di Roquetas de Mar, nei pressi di Almería in Spagna. Come al solito nutrita la presenza italiana con sedici giocatori: Alessio Bruschi, Nino Bertasio, Andrea Bolognesi, Alberto Campanile, Francesco Gatti, Alessandro Grammatica, Lorenzo Guanti, Marco Guerisoli, Joon Kim, Mattia Miloro, Leonardo Motta, Andrea Romano, Lorenzo Scotto, Cristiano Terragni, Giacomo Tonelli e Aron Zemmer. Appare in buona condizione Alessio Bruschi, che proverà a puntare al titolo insieme agli spagnoli (che ovviamente sono in maggioranza) Carlos Balmaseda, Jesus Legarrea, dominatore a Perugia, Carlos Rodiles, Juan Quiros e Juan Parron, agli inglesi Andrew Cooley e Jason Palmer, vincitore a Grado, ai francesi François Delamontagne ed Edouard España, all’irlandese Brendan McCarroll e allo scozzese Michael Stewart. Il montepremi è di 48.000 euro dei quali 6.960 andranno al vincitore.   I risultati