fbpx

Alps: in Francia titolo ad Angels Grammatica settimo

  20 Settembre 2015 News
Condividi su:

Alessandro Grammatica (nella foto) si è classificato settimo con 218 colpi (76 71 71, -1) nell’Open International du Haut Poitou (Alps Tour), disputato sul percorso del Golf du Haut Poitou (par 73), a Saint Cyr in Francia.

 
Ha vinto con 208 colpi (71 68 69, -11) lo spagnolo Pep Angles, che ha preceduto l’olandese Darius Van Driel (209, -10), il francese Raphael Marguery (213, -6), l’altro transalpino Damien Perrier (214, -5) e l’inglese Harry Casey (216, -3). A metà graduatoria Leonardo Motta, 24° con 223 (75 71 77, +4) e più indietro Giorgio De Filippi (72 77 76) e Corrado De Stefani (75 73 77), 37.i con 225 (+6).
 
Sono usciti al taglio: Andrea Bolognesi, 53° con 152 (+6), Alberto Campanile, Federico Colombo ed Enrico Di Nitto, 56.i con 153 (+7), Valerio Pelliccia e Mattia Miloro, 63.i con 154 (+8), Nunzio Lombardi, 82° con 157 (+11), Andrea Romano, 95° con 159 (+13), Alfredo Pazzeschi, 105° con 162 (+16), e Cristiano Terragni, 107° con 163 (+17). Al vincitore sono andati 5.800 euro su un montepremi di 40.000 euro.
 
Secondo giro  – Leonardo Motta, 15° con 146 colpi (75 71, par) è l’italiano meglio classificato nell’Open International du Haut Poitou (Alps Tour), sul percorso del Golf du Haut Poitou (par 73), a Saint Cyr in Francia, dove hanno superato il taglio anche Alessandro Grammatica, 23° con 147 (76 71, +1), Corrado De Stefani, 26° con 148 (75 73, +2) e Giorgio De Filippi, 33° con 149 (72 77, +3).
 
In vetta si è formato un quartetto con 139 (-7) composto dai francesi Clement Gallois (74 65) e Damien Perrier (69 70), dallo spagnolo Pep Angles (71 68) e dall’olandese Darius Van Driel (71 68). Al quinto posto con 141 (-5) l’inglese Harry Casey e al sesto con 143 (-3) il transalpino Dominique Nouailhac e l’inglese Jean-Michel Hall.
 
Sono usciti: Andrea Bolognesi, 53° con 152 (+6), Alberto Campanile, Federico Colombo ed Enrico Di Nitto, 56.i con 153 (+7), Valerio Pelliccia e Mattia Miloro, 63.i con 154 (+8), Nunzio Lombardi, 82° con 157 (+11), Andrea Romano, 95° con 159 (+13), Alfredo Pazzeschi, 105° con 162 (+16), e Cristiano Terragni, 107° con 163 (+17).
 
Primo giro – Avvio difficile per gli italiani nell’Open International du Haut Poitou (Alps Tour), sul percorso del Golf du Haut Poitou (par 73), a Saint Cyr in Francia. Infatti solo Giorgio De Filippi è in buona classifica, nono  con 72 (-1), mentre è al 26° posto con 74 (+1) Federico Colombo e al 33° con 75 (+2) Leonardo Motta e Corrado De Stefani. Gli altri dieci sono a rischio di taglio.
 
E’ al comando con 69 (-4) il francese Damien Perrier, seguito con 70 (-3) dal connazionale Alexandre Kaleka e dallo spagnolo Daniel Osorio. Al quarto posto con 71 (-2) l’iberico Pep Angles, i transalpini Kenny Le Sager e Fabien Marty, l’olandese Darius Van Driel e l’inglese Jean-Michel Hall.
 
Prologo  – Sempre numerosa la partecipazione azzurra nell’Alps Tour. Saranno infatti quindici i giocatori italiani che si cimenteranno nell’Open International du Haut Poitou (18-20 settembre), sul percorso del Golf du Haut Poitou (par 73), a Saint Cyr in Francia.
 
Sono: Andrea Bolognesi, Alberto Campanile, Federico Colombo, Giorgio De Filippi, Corrado De Stefani, Enrico Di Nitto, Alessandro Grammatica, Nunzio Lombardi, Mattia Miloro, Gregory Molteni, Leonardo Motta, Alfredo Pazzeschi, Valerio Pelliccia, Andrea Romano e Cristiano Terragni.
 
Agguerriti e in preponderanza i padroni di casa che schiereranno, tra gli altri, Raphael Eyraud, Julien Foret, Julien Grillon, Alexandre Kaleka, Matthieu Pavon, e Leo Lespinasse, tutti tra i favoriti insieme a Enrico Di Nitto, Gregory Molteni, all’irlandese Brendan McCarroll, allo spagnolo Juan Antonio Bragulat, e agli inglesi Harry Casey e Josh Loughrey.