fbpx

Tour mondiali: attesa per le prime ripartenze

  13 Maggio 2020 Newsletter
Condividi su:

Ripartenza vicina per alcuni circuiti mondiali, più lontana per altri e con il KLPGA Tour femminile coreano che
invece è ripreso con il KLPGA Championship, andato in scena dal 14 al 17 maggio. Date sfalsate e situazioni
che sono determinate dalle differenti condizioni in cui si trovano i vari Paesi di fronte all’emergenza COVID-19.
In una logica dove va sempre tenuto presente il divenire della pandemia, tutto è ripartito o ricomincerà in
condizioni di massima sicurezza, con rigidi protocolli e a porte chiuse, almeno per ora.

Major maschili – Cancellato l’Open Championship, di major se ne disputeranno solamente tre. Il quartetto era
stato scomposto l’ultima volta nel 1945, quando, causa la seconda guerra mondiale, se ne svolse uno soltanto
(PGA Championship vinto da Byron Nelson). I tre rimasti sono in programma nell’ordine: US PGA
Championship dal 6 al 9 agosto (TPC Harding Park, San Francisco, California), US Open dal 17 al 20
settembre (Winged Foot Golf Club, Mamaroneck, New York) e Masters Tournament dal 12 al 15 novembre
all’Augusta National GC (Augusta, Georgia).

Major femminili – Sono rimasti tutti in calendario i cinque major femminili, ma le date sono state più volte
variate. Queste le attuali: Evian Championship (6-9 agosto), AIG Women’s British Open (20-23 agosto), ANA
Inspiration (10-13 settembre), KPMG Women’s PGA Championship (8-11 ottobre) e US Womens Open (10-13
dicembre).

WGC – Un taglio anche nel World Golf Championships, il mini circuito mondiale ridotto da quattro a tre eventi.
Dopo il Mexico Championship, vinto a febbraio da Patrick Reed, è stato cancellato il Dell Technologies Match
Play (25-29 marzo). Confermati il FedEx St. Jude Invitational con data diversa (30 luglio-2 agosto) e l’HSBC
Champions (29 ottobre-1 novembre).

PGA Tour: si riparte l’11 giugno – Il PGA Tour è stato praticamente interrotto a metà stagione 2019-2020
dopo la disputa di 25 tornei. Ripresa tra meno di un mese con il Charles Schwab Challenge (11-14 giugno)
senza spettatori così come le tre gare successive, l’RBC Heritage (18-21 giugno), il Travelers Championship
(25-28 giugno) e il Rocket Mortage Classic (2-5 luglio), poi si valuterà. La stagione si concluderà nella prima
settimana di settembre dopo i quattro eventi che assegneranno la FedEx Cup, ossia il Wyndham
Championship (13-16 agosto), il Northern Trust (20-23 agosto), il BMW Championship (27-30 agosto) e il Tour
Championship (4-7 settembre).

La nuova annata scatterà con il Safeway Open (10-13 settembre) e il programma è stato stilato parzialmente
con i primi 15 tornei (compresi US Open e Masters slittati) fino alla disputa dell’Hero World Challenge (3-6
dicembre), il torneo gestito da Tiger Woods, e con la gara spettacolo QBE Shootout (11-13 dicembre). Ancora
da stabilire la seconda parte che comincerà a gennaio.

LPGA Tour: si riprende il 23 luglio – Quattro gare, due delle quali con la partecipazione di Giulia Molinaro, poi il lungo stop e quindi la ripartenza con il Marathon Classic (23-26 luglio, Sylvania, Ohio) al quale seguiranno tutti gli altri tornei della stagione salvati, cinque major compresi, e termine praticamente a un passo dal Natale con il classico CME Group Tour Championship (Naples, Florida) dal 17 al 20 dicembre.

European Tour – Più complessa la situazione in Europa dove la ripresa ha date più avanzate. Dopo i 10 tornei
iniziali tutto si è fermato al termine del Qatar Masters a inizio marzo e i responsabili dell’European Tour hanno
più volte cambiato il calendario con alcune cancellazione anche importanti, come quella dell’Open
Championship. Inoltre alla ripartenza, che comunque avverrà in condizioni di massima sicurezza, occorrerà
vedere quali saranno le disposizioni nei vari Paesi in relazione alla possibilità di spostarsi da una nazione all’altra come dovranno fare la maggior parte degli atleti. Il calendario, dove una delle ultime cancellazioni ha
riguardato l’Omega European Masters di fine agosto in Svizzera, parte con continuità da settembre (Porsche
Euopean Open, 3-6 settembre) seguito dal BMW PGA Championship (10-13 settembre), ma dal 30 luglio al 2
agosto è rimasto in programma il British Masters in Inghilterra.

Challenge Tour – Dopo la partenza con il trittico di gare in Sudafrica, in collaborazione con il Sunshine Tour,
fermo forzato con nove gare al momento cancellate e due posticipate, ma ancora senza una data di
ricollocazione. La ripresa al momento è fissata con l’Euram Bank Open (16-19 luglio), ma i problemi sono gli
stessi che per l’European Tour.

Bis Woods vs Mickelson – Negli Stati Uniti, con i circuiti fermi, c’è stato spazio per alcune iniziative golfistiche
di beneficenza. La più attesa, e che devolverà a scopo benefico ben dieci milioni di dollari, sarà la sfida bis a
porte chiuse tra Tiger Woods e Phil Mickelson, dopo quella del 2018 vinta dal mancino di San Diego.

“The Match: Champions for Charity”, così si intitola l’evento, si svolgerà il 24 maggio al Medalist Golf Club di
Hobe Sound in Florida e avrà un taglio diverso dal precedente poiché si giocherà in quattro. Infatti insieme ai
due campioni del green vi saranno due stelle della NFL, Tom Brady e Peyton Manning, grandi appassionati della disciplina. Il primo affiancherà Mickelson e Manning farà coppia con Woods.