Faq emergenza Covid-19

FAQ

I riferimenti numerici definiscono l’ordine di pubblicazione nella pagina a seguire dei contenuti delle singole FAQ. Ultimo aggiornamento 6 novembre 2020

D.1. Posso fare lezione di golf con il mio maestro? Se sì, con quali modalità?
R.1 É consentito lo svolgimento di sessioni di allenamento nel rispetto delle norme di distanziamento sociale, delle misure prescritte nel Protocollo federale e delle linee guida emessa dall’Ufficio Sport presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Protocollo federale, nei territori posti nelle zone gialla e arancione. Con riferimento ai territori posti nella zona rossa sono consentite le sessioni di allenamento degli atleti, agonisti e non, partecipanti alle competizioni sportive consentite (v. FAQ #17)

D. 2 Dovrò giocare a golf con la mascherina e con il doppio guanto?
R.2 Il Protocollo federale non prevede nella fase di gioco l’utilizzo del doppio guanto e della mascherina (fermo il rispetto del distanziamento sociale). La mascherina di protezione delle vie respiratorie è invece obbligatoria sempre quando non si pratica l’attività sportiva.

D.3 È consentito l’utilizzo del golf car a più persone se conviventi tra loro?
R.3 L’utilizzo congiunto del Golf car è consentito laddove viene dimostrato o autodichiarato dai richiedenti di essere conviventi, fermo il rispetto di eventuali prescrizioni locali più restrittive in tal senso. In caso di due soggetti non conviventi sarà consentito l’utilizzo congiunto del golf car solo indossando la prescritta mascherina.

D.4 Un minore o una persona non completamente autosufficiente per giocare a golf ha bisogno di supporto: come fare mantenendo le distanze di sicurezza?
R.4 Nel caso di atleti minori o di persone non completamente autosufficienti è consentito giocare a golf riducendo il distanziamento sociale con i propri accompagnatori o operatori di assistenza al di sotto della distanza di sicurezza interpersonale prevista.

D.5 Sono un giocatore senior e per giocare mi è indispensabile avvalermi di un caddie e di un golf car.

R.5 Attualmente l’utilizzo dei caddie è precluso, a meno che non si tratti di persona convivente (si veda R.3). Per l’uso del golf car si rinvia alla FAQ #3.

D.6 Posso richiedere al mio Circolo il rimborso della quota versata per i mesi in cui non è stato consentito giocare a golf, ovvero sarà possibile prolungare all’anno 2021, per un periodo pari ai mesi di inattività 2020, l’iscrizione al Circolo in virtù della quota versata e non goduta?

R.6 L’Associato di un’associazione sportiva dilettantistica di Golf non ha diritto a richiedere il rimborso della quota associativa versata, anche laddove non abbia potuto svolgere attività sportiva per un limitato periodo, a causa della chiusura forzata dell’impianto per le misure restrittive anti contagio, ciò in virtù del vincolo al sodalizio sportivo, che esclude il carattere sinallagmatico della prestazione.

D. 7 Come posso accedere ai fondi stanziati da ICS? E con quali modalità?
R.7 Possono accedere ai finanziamenti destinati a far fronte alle esigenze di liquidità correlate all’emergenza sanitaria Covid-19 le A.S.D. e S.S.D. iscritte al CONI da almeno un anno. L’importo finanziabile va da Euro 3.000,00 ad Euro 25.000,00, nella misura massima consentita del 25% del fatturato esposto nell’ultimo bilancio o nell’ultimo rendiconto, con garanzia al 100% prestata dal Fondo di Garanzia – Comparto Liquidità. Il finanziamento è rimborsabile in 6 anni, dei quali 2 di preammortamento e 4 di ammortamento, con totale abbattimento degli interessi per l’intera durata del finanziamento, da parte del Fondo Contributi interessi – Comparto Liquidità.

D. 8 Sono un professionista di golf, posso accedere ai fondi ICS avvalendomi della mia società?

R. 8 Sì, se trattasi di una società sportiva dilettantistica avente le caratteristiche richieste. Al fine di presentare la richiesta di finanziamento si rinvia al sito dell’ICS.

D.9 Sono un professionista di golf, posso accedere ai fondi ICS in qualità di libero professionista?
R.9 No. Attualmente i finanziamenti ICS sono destinati soltanto alle A.S.D. e S.S.D., ma in qualità di titolare di P. Iva si può accedere ai finanziamenti disposti sempre dal DL Liquidità ed erogati dalle altre banche commerciali alle stesse condizioni, con la sola differenza del tasso di interesse che non è completamente abbattuto.

D.10 Le segreterie dei Circoli si devono dotare di pannelli in plexiglass?
R.10 Sì, In ossequio a quanto stabilito dal Protocollo per la ripresa dell’attività emanato dalla F.I.G., i Circoli sono tenuti ad installare sui banconi delle reception/segreteria non muniti di vetri, appositi pannelli in plexiglass di dimensioni adeguate a proteggere dal rischio del contagio.

D.11 I Circoli hanno personal computer e mezzi per il taglio dell’erba in dotazione a più persone: fare quali azioni dobbiamo intraprendere per contenere il rischio del contagio?
R.11 In ossequio a quanto stabilito dal Protocollo per la ripresa dell’attività emanato dalla F.I.G., i Circoli devono adottare tutte le misure di sicurezza più idonee a garantire la salute e la sicurezza dei dipendenti e collaboratori. In questo caso, il Circolo dovrà disinfettare e sanificare tastiera, mouse e altre superfici di contatto relativi ai personal computer, nonché i mezzi di trasporto e/o di lavoro ogni volta che cesserà l’utilizzo da parte di un dipendente e/o collaboratore e prima che l’altro dipendente e/o collaboratore inizi il nuovo utilizzo.

D.12 Se i servizi igienici sono disposti nelle aree eventualmente interdette è consentito aprire una delle suddette aree solo per l’utilizzo dei servizi igienici?
R.12 Sì è consentito, ma è necessario che sia garantita la continua sanificazione dei servizi igienici e delle aree necessarie a raggiungere i medesimi e fermo il controllo degli accessi, al fine di garantire il distanziamento sociale.

D. 13 I Circoli di golf possono permettere ai propri soci, iscritti, abbonati e/o ospiti di utilizzare gli spogliatoi?

R. 13 Ai sensi del DPCM del 3.11.2020 non è permesso l’accesso agli spogliatoi dei circoli e il loro utilizzo.

D.14 I Circoli di golf, durante il presente periodo di emergenza sanitaria, possono convocare l’assemblea dei soci e/o il loro consiglio direttivo o consiglio di amministrazione nel caso delle società sportive dilettantistiche? Se sì, con quali modalità?
R.14 Ai sensi delle norme speciali e transitorie emanate in ragione dell’emergenza sanitaria in corso, e in vigore sino al 31 luglio 2020, oppure per più tempo, qualora venga prorogato lo stato di emergenza nazionale, non è consentito per le società in generale lo svolgimento delle assemblee sociali nella modalità fisica, qualora ciò determini assembramento, bensì è consentito che siano tenute senza la presenza fisica di tutti gli aventi diritto.
L’Art. 106 del D.L. Cura Italia stabilisce infatti che possono essere decise, anche in deroga alle diverse disposizioni statutarie, le modalità di partecipazione all’Assemblea e che l’esercizio del diritto di voto è esercitabile mediante consultazione scritta (solo per le srl), ovvero per consenso espresso per iscritto (solo per le srl), ovvero in forma elettronica, grazie all’utilizzo di strumenti digitali quali firma digitale, e programmi di telecomunicazione (audio-videoconferenza) per lo svolgimento delle riunioni da remoto.

La medesima disposizione prevede altresì, in deroga a quanto previsto dal codice civile o alle diverse disposizioni statutarie, che l’assemblea ordinaria per l’approvazione del bilancio possa essere convocata entro centottanta giorni dalla chiusura dell’esercizio, anziché centoventi.
In tema di svolgimento delle assemblee sociali, l’art. 73, comma 4, del DL Cura Italia, prevede altresì per le associazioni , anche in deroga ai propri statuti, di svolgere le proprie assemblee, non consentite in modalità fisica, qualora ciò determini assembramento, attraverso sistemi di videoconferenza.

Qualora i Circoli di golf non fossero in condizioni di tenere le proprie assemblee con le modalità previste dalle citate norme speciali e transitorie, dovranno procedere ad una riunione telematica del proprio consiglio direttivo o consiglio di amministrazione diretta a posticipare l’Assemblea a data da destinarsi, informando gli associati o soci (ad esempio tramite email) del rinvio dell’assemblea.

Qualora i circoli non dovessero avere neppure la possibilità, i mezzi o le competenze per convocare né l’assemblea né il direttivo o consiglio di amministrazione in forma telematica, si consiglia al presidente, dopo aver preliminarmente informato e condiviso la decisione con i singoli consiglieri, di inviare una comunicazione a tutti gli associati informandoli, vista la situazione emergenziale ed il quadro normativo precedentemente esposto, che l’assemblea è rinviata a data da destinarsi.

D. 15 I Circoli di Golf possono usufruire del superbonus 110% per lavori di efficientamento eseguiti o da eseguire sul proprio impianto sportivo?
R. 15 Ai sensi dell’art. 119, comma 9, lett. e del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, coordinato con la legge di conversione 17 luglio 2020, n. 77 (GU Serie Generale n.189 del 29-07-2020 – Suppl. Ordinario n. 26), le associazioni e società sportive dilettantistiche, iscritte nel registro istituito ai sensi dell’articolo 5, comma 2, lettera c), del decreto legislativo 23 luglio 1999, n. 242, possono fruire del superbonus 110% limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi. Ai fini di una approfondita conoscenza delle condizioni e dei requisiti per accedervi si rinvia alla Guida dell’Agenzia delle Entrate.

D. 16 I Circoli di golf sono tenuti a ripianare tempestivamente le proprie perdite maturate nell’esercizio chiuso o che si chiuderà nel 2020 se sono tali da ridurre il capitale sociale di almeno un terzo? Ed opera la causa di scioglimento se le perdite sono tali da ridurre il capitale sociale al di sotto del minimo legale?
R. 16 I Circoli di golf che esercitano la propria attività attraverso una società di capitali (anche se sportiva dilettantistica), ai sensi dell’art.6 del D.L. 8 aprile 2020, n. 23 (c.d. decreto liquidità), “a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino alla data del 31 dicembre 2020 per le fattispecie verificatesi nel corso degli esercizi chiusi entro la predetta data” non sono tenuti a ripianare tempestivamente le proprie perdite anche se la loro entità riduca il capitale sociale di 1/3 e la causa di scioglimento per riduzione del capitale sociale al di sotto del minimo legale non opera.

Con riferimento invece ai Circoli di golf che esercitano la propria attività attraverso una associazione sportiva dilettantistica, la normativa in questione non si applica e pertanto non ha alcun riflesso neppure la deroga disposta dal citato art. 6 del D.L. 23/2020.

D. 17 Quali sono le gare di golf riconosciute di interesse nazionale con provvedimento del CONI e quindi consentite a seguito del DPCM del 3.11.2020?

R. 17 Il CONI, con provvedimento emanato il 6.11.2020, ha riconosciuto di interesse nazionale e quindi consentite tutte le competizioni sportive di golf specificamente indicate nel citato provvedimento (CONI – gare di interesse nazionale) e tutte le gare incluse nell’Annuario del Golf e nel Calendario gare della PGAI, nonché tutte le altre gare, agonistiche e non, tali da determinare una modificazione all’handicap. Ai sensi del Protocollo federale sono tuttavia vietate le gare con partenza simultanea, quelle che non determinano la modificazione dell’handicap e quelle nelle quali si gioca con colpo alternato con la pallina del partner.

D. 18 Un atleta, agonista o non, può allenarsi e/o partecipare a gare consentite e può spostarsi all’interno della Regione o da una Regione e l’altra?

R. 18 Qualsiasi atleta, agonista o non, residente in una Regione posta all’interno della cosiddetta zona gialla può svolgere attività sportiva di base e motoria, sessioni di allenamento e/o partecipare a gare consentite presso circoli sportivi siti all’interno della propria Regione o di altra Regione posta in zona gialla, purché per raggiungerla non si debba attraversare una Regione posta nella zona rossa e con il divieto di entrare in zone a rischio alto (arancione o rossa).

Qualsiasi atleta, agonista o non, residente in una Regione posta all’interno delle cosiddette zone arancione o rossa può svolgere sessioni di allenamento prodromiche alle gare consentite e/o partecipare a gare consentite, ritenendo consentiti a tal fine gli spostamenti anche inter-regionali, con compilazione di apposita autodichiarazione.

D. 19 I circoli sportivi siti all’interno di una Regione posta in zona rossa devono rimanere chiusi?

R. 19 No, i circoli sportivi siti all’interno di una Regione posta in zona rossa non devono chiudere e possono svolgere attività dirette all’esecuzione di gare consentite e di sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, partecipanti a gare consentite.

Per restare in contatto con tutti i Circoli e i propri tesserati e al fine di fornire supporto a tutte le richieste, resta attiva la casella di posta elettronica emergenzacovid19@federgolf.it che la FIG ha istituito a cui tutti gli utenti potranno inviare richieste di informazioni e chiarimenti. Tutti i dipendenti dei settori interessati saranno i destinatari dei vostri messaggi.