73° Open d’Italia, si comincia: la parola ai campioni!

danny willett
  08 settembre 2016 Newsletter
Condividi su:

Ci saranno 23 giocatori che hanno preso parte ad almeno una Ryder Cup, sette dei quali selezionati tra i 12 membri del team Europa che dal 30 settembre contenderà agli Stati Uniti la prossima Ryder Cup in Minnesota. Ci saranno cinque vincitori di major (Martin Kaymer, Padraig Harrington, Y.E. Yang, Paul Lawrie e Danny Willett nella foto), 11 giocatori tra i primi 50 nel world ranking e 23 fra i primi 100.

Basterebbero questi numeri per dare un’idea del livello del field del 73° Open d’Italia, che quest’anno mette in palio un montepremi raddoppiato rispetto alla scorsa edizione (da 1 milione e 500 mila euro a 3 milioni), con una prima moneta da 500 mila euro.

Ma se proprio volete un’ulteriore conferma del fatto che sarà un torneo di primissimo piano, sappiate che scenderanno in campo anche nove past winner (compreso Francesco Molinari, ultimo italiano a imporsi nel torneo nel 2006) e 88 vincitori di gare nell’European Tour: per farsi un’idea, due terzi dei 156 partecipanti sono in grado di poter puntare al successo finale.

In un contesto del genere, non potevano mancare tutti gli azzurri: Francesco Molinari, Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Nino Bertasio e Renato Paratore hanno tutte le caratteristiche per puntare all’alta classifica e provare a riconquistare quel titolo che sfugge da un decennio. Ma potranno dire la loro anche Marco Crespi, Alessandro Tadini, Lorenzo Gagli, Nicolò Ravano, Francesco Laporta e Matteo Delpodio. Sei i dilettanti ammessi, tra cui Jacopo Vecchi Fossa, due successi stagionali in campo internazionale e prossimo al salto di categoria.

Il torneo si svolgerà sulla distanza di 72 buche con taglio dopo 36 che ammetterà agli ultimi due giri i primi 65 classificati dei 156 partenti, i pari merito al 65° posto e i dilettanti che rientreranno nel punteggio di qualifica.

Tutte le informazioni relative al 73° Open d’Italia sono disponibili sul sito www.openditaliagolf.eu. Inoltre, sui profili Facebook, Twitter e Instagram dell’Open d’Italia e della Federazione Italiana Golf, notizie, aggiornamenti e curiosità.

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube