PGA Tour: Phil Mickelson travolge Paul Casey

mickelson-phil
  11 Febbraio 2019 News
Condividi su:

Ancora un’impresa di Phil Mickelson che a 48 anni ha firmato il 44° torneo sul PGA Tour imponendosi con 268 (65 68 70 65, -19) colpi nell’AT&T Pebble Beach Pro-Am (PGA Tour), svoltosi con formula Pro Am (un pro e un dilettante) sui tre percorsi del Pebble Beach GL (par 72), dello Spyglass Hill GC (par 72) e del Monterey Peninsula CC (par 71), a Pebble Beach in California.

Con una grande prova nel giro finale, disputato sul Pebble Beach GL in due frazioni, Mickelson (nella foto) ha recuperato tre colpi all’inglese Paul Casey e poi gliene ha presi altri tre di vantaggio con un 65 (-7, sette birdie). Al momento dello stop per maltempo domenica sera praticamente l’esito della gara si era già delineato con il divario dei tre colpi, ma il mancino di San Diego ha voluto chiudere le due buche che gli rimanevano con un birdie e Casey ha fatto lo stesso alla  buca 18 (71, -1 con tre birdie e due bogey) e in tal modo si è preso il secondo posto da solo (271, -16) davanti a Scott Stallings (272, -15).

Al quarto con 274 (-13) l’australiano Jason Day e il coreano Si Woo Kim e al sesto con 275 (-12) Scott Langley. Al 22° con 280 (-7) Patrick Reed e molto deludenti  Dustin Johnson, numero tre mondiale e reduce dal successo nel Saudi International sull’European Tour, e Jordan Spieth, 45.i con 283 (-4).

Phil Mickelson, che la prossima settimana difenderà il titolo nel WGC Mexico Championship (21-24 febbraio) dove tornerà in campo anche Francesco Molinari, come detto ha portato a 44 i titoli sul circuito comprensivi di cinque major e di tre WGC. Inoltre ha ottenuto due vittorie sull’European Tour, al netto di major e WGC, e una nel Challenge Tour quando nel 1993 si presentò a Parigi per il Tournoi Perrier de Paris. Per l’attuale successo ha ricevuto un assegno di 1.368.000 dollari su un montepremi di 7.600.000 dollari.

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube