PGA Tour: Nick Taylor batte Streelman e Mickelson

Taylor Nick
  10 Febbraio 2020 News
Condividi su:

Il canadese Nick Taylor ha vinto con 268 (63 66 69 70, -19) colpi, dopo una corsa di testa, l’AT&T Pebble Beach Pro-Am (PGA Tour) svoltosi con formula Pro Am (un pro e un dilettante) sui tre percorsi del Pebble Beach GL (par 72), dello Spyglass Hill GC (par 72) e del Monterey Peninsula CC (par 71), a Pebble Beach, in California. Ha superato Kevin Streelman (272, -15) e Phil MIcelson (273, -14).

Sul tracciato del Pebble Beach GL, dove si è disputato il giro finale, Nick Taylor (nella foto), nativo di Winnipeg, 32 anni ad aprile, ha avuto notevoli alti e bassi, ma il cammino altalenante con un eagle, cinque birdie, tre bogey e un doppio bogey per il 70 (-2) lo ha comunque condotto al secondo titolo sul circuito dopo quello ottenuto a novembre 2014 (Sanderson Farms), divenendo il sesto canadese plurivittorioso dei 15 che si sono imposti sul PGA Tour. Per lui un assegno di 1.404.000 dollari su un montepremi di 7.800.000 dollari.

Taylor ha anche approfittato della defaillance di Phil Mickelson, vincitore per cinque volte dell’evento, che dopo tre birdie nelle prime sei buche ha perso cinque colpi nelle successive (un birdie, quattro bogey, un doppio bogey) per il 74 (+2). Il mancino di San Diego ha portato comunque a trenta consecutive le stagioni in cui ha siglato almeno una top ten, terzo in questa speciale graduatoria preceduto da Sam Snead (34) e da Raymond Floyd (32).

Mickelson ha ceduto nelle ultime battute il secondo posto a Kevin Streelman, che ha conquistato il successo nella gara a squadre insieme a Larry Fitzgerald (254, -33). I due avevano già vinto nel 2018.

In quarta posizione con 276 (-11) l’australiano Jason Day e in quinta con 278 (-9) Maverick McNealy, Daniel Berger, l’australiano Matt Jones e il sudafricano Charl Schwartzel.

E’ risalito dal 55° al nono posto con 279 (-8) Jordan Spieth, autore con 67 (-5) del miglior score di giornata e almeno per un giorno all’altezza delle sue qualità. Con tale risultato è rientrato tra i top 50 del world ranking (49°), dove il nuovo leader è Rory McIlroy, e potrà giocare a Città del Messico il prossimo WGC Mexico Championship (20-23 febbraio), primo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championships.

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube