LPGA Tour: Henderson quarto titolo, 50ª Molinaro

Brooke M. Henderson
  19 giugno 2017 News
Condividi su:

Giulia Molinaro ha recuperato nel giro finale quindici posizioni e ha concluso al 50° posto con 276 (64 76 69 67, -8) colpi il Meijer Classic (LPGA Tour), che si è disputato  sul percorso del Blythefield Country Club (par 71), a Grand Rapids nel Michigan. Negli ultimi due giri il par del campo è cambiato in 69 colpi essendo stata accorciata la buca 5 da par 5 a par 3.

Rimonta finale e successo della canadese Brooke M. Henderson (263 – 63 67 67 66, -21), la quale ha superato Lexi Thompson, ancora una volta battuta sul filo di lana nelle ultime settimane, che è stata affiancata in seconda posizione da Michelle Wie (265, -19). In quarta con 266 (-18) l’australiana Su Oh, la svedese Madelene Sagstrom, lo scorso anno dominatrice del Symetra Tour, e la thailandese Moriya Jutanugarn.

La neozelandese Lydia Ko, tornata alle gare dopo uno stop per un’infezione virale a un occhio che le è costato la leadership mondiale, è terminata al decimo posto (268, -16). Non le è bastato per riprendersi il trono occupato ora dalla thailandese Ariya Jutanugarn, che si è difesa con la 22ª (271, -13) piazza. Stesso score per Stacy Lewis e per la coreana Inbee Park, mentre è andata un po’ meglio la cinese Shanshan Feng, 17ª con 270 (-14).

Brooke M. Henderson (nella foto), nativa di Smiths Falls, vent’anni da compiere, ha ottenuto il quarto titolo nel circuito. Dopo essere stata in vetta per due turni, è retrocessa al secondo posto nel terzo, ma è riuscita ad andare a segno con un 66 (-6) frutto di tre birdie senza bogey. Giulia Molinaro, seconda dopo un turno, si attendeva sicuramente una soluzione migliore. Comunque ha aggiunto altra preziosa moneta alla money list (attualmente 102ª) dove sta cercando di portarsi nelle posizioni che confermano la ‘carta’. Nel suo 67 (-2) tre birdie e un bogey. Alla vincitrice è andato un assegno di 300.000 dollari su un montepremi di due milioni di dollari.

 

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube