WGC: gran rimonta di Justin Rose, 46° F. Molinari

justin-rose
  29 ottobre 2017 In primo piano
Condividi su:

Francesco Molinari si è classificato al 46° posto con 291 (77 71 72 71, +3) colpi, recuperando 14 posizioni nel giro finale del WGC-HSBC Champions, il quarto e ultimo torneo stagionale del World Golf Championships disputato sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai in Cina.

Con un incredibile rimonta si è imposto l’inglese Justin Rose (274 – 67 68 72 67, -14), risalito dal quarto posto, recuperando otto colpi a Dustin Johnson, leader mondiale. Questi si è lasciato sfuggire un titolo che sembrava praticamente acquisito dopo tre giri, grazie ai pesanti distacchi accusati dai primi avversari, Brooks Koepka (6 colpi), lo svedese Henrik Stenson (sette) e appunto Rose e Brian Harman (otto). Johnson, in giornata storta, ha segnato un 77 (+5) scendendo in seconda posizione (276, -12), che ha condiviso con Stenson e Koepka, mentre Harman è scivolato in ottava (281, -7), preceduto in quinta con 280 (-8) da Peter Uihlein, Kyle Stanley e dallo spagnolo Rafa Cabrera Bello.

Al nono posto con 282 (-6) l’inglese Matthew Fitzpatrick e l’austriaco Bernd Wiesberger, e all’11° con 283 (-5) l’australiano Jason Day, rivenuto dal 33° e affiancato dall’inglese Tyrrell Hatton, vincitore dell’Open d’Italia. Ma in partita il cinese Ashun Wu e l’inglese Tommy Fleetwood, numero uno della Race To Dubai, 20.i con 285 (-3), lo spagnolo Jon Rahm, 36° con 288 (par). l’australiano Adam Scott e il giapponese Hideki Matsuyama, campione uscente, 50.i con 292 (+4).

Justin Rose (nella foto), 37enne inglese nato a Johannesburg in Sudafrica, ha conquistato il secondo titolo WGC, dopo il Cadillac Championship del 2012, arricchendo un palmarés che comprende l’oro Olimpico a Rio de Janeiro (2016), un major (US Open 2013), cinque titoli nel PGA Tour, sei nell’European Tour, uno nel Japan Tour e uno nel Sunshine Tour. Ha iniziato il turno finale con due birdie, ma prima del giro di boa è tornato in par con tre bogey contro un altro birdie. Poi  il cambio di marcia con cinque birdie in sette buche per il 67 (-5) vincente. Per lui un congruo assegno di 1.660.000 dollari su un montepremi di 9.750.000 dollari (euro 1.399.804 su circa 8.400.000).

Sullo score di Francesco Molinari ha pesato il 77 (+5) d’apertura che, in pratica, l’ha tolto subito dall’alta classifica. Poi ha proseguito con punteggi attorno al par e ha concluso con un 71 (-1) in cui ha messo insieme due birdie e due bogey in uscita (partito dalla buca 10) e un terzo birdie nel rientro.

 

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube

Tasa Torbica - saranno famosi