The Amateur al sudafricano Jovan Rebula

Stefano Mazzoli
  23 giugno 2018 In primo piano
Condividi su:

Il sudafricano Jovan Rebula ha battuto in finale l’irlandese Robin Dawson per 3/2 e ha vinto il The Amateur Championship, un major per dilettanti disputato sui due percorsi del Royal Aberdeen (par 71) e del Murcar Links (par 70) ad Aberdeen in Scozia. In semifinale Rebula aveva sconfitto l’inglese Mitch Waite (6/4) e Dawson si era imposto per 3/2 nel derby con il connazionale Conor Purcell.

Sono usciti nel primo turno di match play i tre italiani che avevano superato la qualificazione su 36 buche medal. Francesco Donaggio è stato sconfitto per 7/6 dal tedesco Maximilian Oelfke, Stefano Mazzoli ha lasciato strada al sudafricano Luca Filippi (3/1) e Lorenzo Scalise ha ceduto dopo 21 buche, ossia alla terza supplementare, contro lo svedese Adam Blommè.

Non c’è stata praticamente partita tra Donaggio e Oelfke, che ha preso subito in mano l’incontro e lo ha chiuso rapidamente, mentre Mazzoli ha sprecato troppo sul green per poter superare l’avversario. E’ riuscito a rimontare un 3 down iniziale, dopo il pari ha avuto un paio di possibilità per prendere vantaggio, ma non ne ha approfittato e lo svedese ha poi cambiato marcia nel finale. Molto equilibrato il match tra Scalise e Blommé che l’azzurro ha portato allo spareggio imbucando un putt da 20 metri alla 18ª. Successivamente non ha sfruttato l’occasione per vincere alla 20ª e poi non ha potuto opporsi al birdie risolutivo dello svedese.

Nella qualificazione, vinta con 133 (66 67, -8) colpi dal sudafricano Wilko Nienaber, i tre azzurri hanno passato il turno con questi piazzamenti: Stefano Mazzoli, 12° con 142 (73 69, +1), Lorenzo Scalise, 27° con 145 (71 74, +4), e Francesco Donaggio, 62° con 147 (78 69, +6). Out al taglio, caduto a 147, Riccardo Bregoli, 86° con 148 (77 71, +7), Takayuki Matsui, 137° con 150 (78 72, +9), Giacomo Fortini, 219° con 155 (78 77, +14), Alberto Castagnara, 232° con 155 (79 76, +14), e Stefano Ciapparelli, 239° con 156 (77 79, +15).

Hanno preso il via 288 concorrenti che si sono alternati nella fase medal sui due percorsi, mentre i match play si sono svolti al Royal Aberdeen. Il team italiano è stato assistito dai tecnici Gianluca Baruffaldi e Alessandro Bandini. Il torneo è stato vinto nel 2009 da Matteo Manassero: mai nessuno era riuscito nell’impresa a soli 16 anni.

 

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube