Sergio Garcia, vincitore del Masters, al 74° Open d’Italia

Garcia Sergio GI
  03 agosto 2017 In primo piano
Condividi su:

Il campione spagnolo Sergio Garcia, numero cinque mondiale e vincitore ad aprile del Masters, parteciperà per la prima volta all’Open d’Italia, in programma dal 12 al 15 ottobre sul percorso del Golf Club Milano, anticipato mercoledì 11 ottobre dalla tradizionale Pro Am.

Per il secondo anno consecutivo la massima competizione golfistica nazionale, giunta alla 74esima edizione, ospiterà il campione Masters: lo scorso anno gareggiò l’inglese Danny Willett che fece onore al titolo contendendo sino all’ultima buca il successo a Francesco Molinari. Con l’ufficializzazione della presenza di Garcia, comincia così a prendere forma il field del torneo dell’European Tour, che si preannuncia di altissimo profilo. Inserito tra gli otto eventi delle Rolex Series e per la prima volta con un montepremi di 7 milioni di dollari, anche quest’anno l’Open d’Italia avrà ingresso gratuito, nell’ottica di una maggiore diffusione del golf, obiettivo centrale del Progetto Ryder Cup 2022.

Sarà l’undicesima e ultima gara dell’Italian Pro Tour 2017, il circuito di gare nazionali e internazionali curate dal Comitato Organizzatore Open Professionistici FIG che contribuisce allo sviluppo del movimento con eventi che associano l‘aspetto agonistico all’impatto promozionale.

SERGIO GARCIA, PALMARÈS DA FUORICLASSE – Il 37enne di Castellon (nella foto di Getty Images), professionista dal 1999, a inizio carriera fu ritenuto un possibile antagonista di Tiger Woods. Il Tiger dei tempi d’oro però era difficilmente avvicinabile, ma lo spagnolo lo ha messo sotto pressione in alcune occasioni e ha trovato comunque il suo spazio, raggiungendo l’apice della sua bella carriera quando, ad aprile scorso, si è imposto nel Masters, superando nello spareggio l’inglese Justin Rose, campione olimpico. Nel suo palmarès, prima di arrivare ad Augusta, nove successi nel PGA Tour, tredici nell’European Tour, quattro nell’Asian Tour e altri cinque in giro per il mondo compresi due Nedbank Golf Challenge. Nella classifica mondiale è stato anche al secondo posto, sulla scia di Woods, a novembre del 2008 dopo aver vinto l’HSBC Champions.

“Non vedo l’ora di partecipare all’Open d’Italia” ha detto l’iberico, che domenica scorsa si è sposato in Texas con l’americana Angela Akins, giornalista sportiva e grande appassionata di golf. “Il torneo è nelle gare d’élite del calendario continentale e ha aumentato il suo prestigio – ha aggiunto Garcia – si giocherà su un campo fantastico e sarà un evento imperdibile per gli appassionati italiani”. Tra i protagonisti del Team Europa in otto edizioni di Ryder Cup (con 22,5 punti conquistati), lo spagnolo ha espresso il suo pensiero sulla Ryder Cup 2022 assegnata all’Italia: “E’ un evento straordinario che porta tanto al Paese ospitante e alla sua gente. La sfida tra i migliori giocatori del mondo è qualcosa di veramente speciale: suscita sensazioni indescrivibili e irripetibili e l’Italia avrà la fortuna di vivere in futuro tali emozioni”.

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube

74° Open d'Italia - day 4