“Scuole Aperte allo Sport”: il golf tra gli studenti con il progetto del CONI

scuole-aperte-allo-sport
  23 febbraio 2018 In primo piano
Condividi su:

Il giovane professionista Michele Ortolani e la schermitrice olimpica Margherita Granbassi sono stati i protagonisti del “3° Incontro con il Campione” per il progetto “Scuole aperte allo sport” presso l’Istituto Comprensivo A. B. Sabin di Segrate (Milano).

La manifestazione, che ha visto l’intervento anche di Fabio Caressa, giornalista di Sky Sport, rientra nel nuovo progetto dedicato alle scuole secondarie di 1° grado, promosso dal CONI, dalle Federazioni Sportive Nazionali e dal CIP, in collaborazione con il MIUR e con il sostegno di Samsung Electronics Italia che, per l’anno scolastico 2017-2018, coinvolge in via sperimentale 100 scuole su tutto il territorio nazionale, con 1.500 classi e circa 30.000 ragazzi.

Una proposta dedicata a scuole, insegnanti e studenti che consente la scoperta di discipline sportive nuove in grado di stimolare e appassionare i ragazzi, favorendo lo sviluppo di un bagaglio motorio globale e un orientamento sportivo consapevole tra gli 11 e i 13 anni.

La Federazione Italiana Golf, rappresentata a Segrate da Carlo Borghi, Presidente del Comitato Regionale FIG Lombardia e Vice Presidente del CONI Lombardia, ha aderito al progetto “Scuole aperte allo sport” convinta del suo valore e della sua forza aggregante. Nell’evento di Segrate gli studenti si sono cimentati con bastoni e palline sotto la guida tecnica di Valerio Scorza e Francesco Mancini. Divertimento e spirito di partecipazione fra i bambini che nel loro primo incontro con il golf hanno avuto l’opportunità di misurarsi nel gioco lungo e nel gioco corto. Un antipasto delle successive lezioni di golf che ad aprile e maggio verranno ospitate la mattina e il pomeriggio dall’ l’Istituto Comprensivo A. B. Sabin.

Presente per il CONI Teresa Zompetti, Responsabile dell’Ufficio Strategia e Responsabilità Sociale che ha sottolineato l’importanza della collaborazione, a tutti i livelli, tra il mondo dello sport e il mondo scolastico.

In rappresentanza di Samsung Electronics Italia, sponsor del progetto, è intervenuta Anastasia Buda che ha approfondito l’argomento del digital fair play, con una particolare attenzione al tema, attuale e delicato, della lotta al cyberbullismo.

Michele Ortolani, giovane golfista professionista, ha partecipato con entusiasmo alla giornata, condividendo con i ragazzi l’ottimo secondo posto conquistato in Egitto, in occasione dell’Ein Bay Open, primo torneo stagionale dell’Alps Tour 2018: “Esprimere la mia soddisfazione per quest’ultimo importante risultato e raccontare il mio percorso sportivo a questa platea così particolare mi ha fatto capire quanta responsabilità abbiamo nei confronti dei più giovani, l’esempio che siamo per loro e quanto di positivo lo sport, in tutte le sue forme, può fare per aiutarli nella crescita”.

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube