QS Eurotour: Pavan rimane in quota, Gagli può sperare

Lorenzo Gagli
  15 novembre 2017 In primo piano
Condividi su:

Andrea Pavan, decimo con 344 (65 68 71 73 67, -13) colpi, ha guadagnato una posizione a un giro dal termine nella finale della Qualifying School dell’European Tour che si sta svolgendo sui due percorsi del Lumine Golf Club (Lakes Course par 71, Hills Course, par 72), a Tarragona in Spagna.

E’ 43° con 349 (71 73 66 72 67, -8) Lorenzo Gagli, il quale inizierà il turno conclusivo con un ritardo di tre colpi dal 25° posto – quindi con ampie possibilità di recupero – l’ultimo che concede una delle ‘carte’ per l’European Tour 2018 assegnate al termine della gara ai primi 25 della graduatoria, mentre gli altri avranno una ‘carta’ per il Challenge Tour 2018.

E’ rimasto al vertice l’inglese Sam Horsfield (338 – 69 68 66 68 67, -19), che precede l’olandese Jeff Winther (341, -16). In terza posizione con 342 (-15) colpi lo svedese Kristoffer Broberg, lo scozzese Connor Syme e gli inglesi Matt Ford e Matthew Baldwin. E’ proseguita l’ascesa dello spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, da 25° a decimo insieme a Pavan, L’iberico, molto seguito, vanta sette titoli nell’European Tour, compresi due Open d’Italia, che prova a rientrare nel circuito del vecchio continente dopo aver tentato senza fortuna l’avventura nel PGA Tour. Tra l’altro ha un caddie d’eccezione, il connazionale Alvaro Quiros, tornato quest’anno al successo nel Rocco Forte Open in Sicilia dopo un lungo periodo buio nel quale aveva perso la ‘carta’. E’ in rimonta anche il cileno Felipe Aguirar (due vittorie), che però è ancora fuori dalla zona che premia (26° con 347. -10).

Il quinto giro, e sarà così anche per il sesto, si è svolto sul Lakes Course. Sam Horsfield ha proseguito a gran ritmo con cinque birdie e un bogey per il 67 (-4). Andrea Pavan ha iniziato con un eagle imbucando il secondo colpo alla buca 6, poi ha proseguito con altri due birdie. Brusca franata alla 15ª con un doppio bogey e ottimo finale con due birdie. Anche per lui 67 colpi come per Lorenzo Gagli (nella foto) che ha rimediato al bogey quasi in avvio con cinque birdie.

Sono usciti al taglio dopo 72 buche Enrico Di Nitto, 94° con 287 (76 70 70 71, +1), e Jacopo Vecchi Fossa, 118° con 290 (67 71 75 77, +4).

 

I RISULTATI

 

 

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube