PGA Tour: nel Genesin Open Tiger Woods a metà classifica dopo un giro

woods-tiger
  16 Febbraio 2019 In primo piano
Condividi su:

Il leader è J.B. Holmes, autore di una “buca in uno”. In difficoltà Dustin Johnson

Viaggia in ritardo il Genesis Open (PGA Tour) che si sta svolgendo sul percorso del Riviera CC (par 71) a Pacific Palisades in California. Dopo il primo giro completato in due giornate è al comando J.B Holmes, 37enne di Campbellsville (Kentucky), quattro titoli nel circuito, con 63 (-8) colpi maturati con una “hole in one”, avendo centrato direttamente dal tee la buca 6 (147 yards, par 3, ferro 8)), prodezza a cui ha aggiunto sette birdie e un bogey.

Holmes (dove J.B sta per John Bradley) precede di un colpo Jordan Spieth (64, -7 con 7 birdie) e di due Justin Thomas, Patrick Rodgers, Tony Finau, Kramer Hickok, Keegan Bradley e l’australiano Adam Scott (66, -5). Nono con 67 (-4) lo spagnolo Jon Rahm.

E’ al 52° posto con 70 (-1) Tiger Woods (nella foto) affiancato da Bryson DeChambeau, e non sono andati come avrebbero sperato il giapponese Hideki Matsuyama, 68° con 71 (par), Phil Mickelson e il nordirlandese Rory McIlroy, 100.i con 72 (+1). Molto deludenti Dustin Johnson, numero tre mondiale, 117° con 73 (+2), e l’iberico Sergio Garcia 133° con 75 (+4).

Molto altalenante Tiger Woods (cinque birdie, quattro bogey) che ha detto: “E’ curioso, ma con questo campo ho un rapporto di odio-amore. Ci ho giocato da ragazzo con mio padre e da pro non vi ho mai vinto un torneo esprimendomi veramente bene una volta sola. E’ un tracciato difficile in cui devi sempre colpire la palla nel modo giusto e con dei green impegnativi, specie nello stato attuale”. Il montepremi è di 7.400.000 dollari.

Diretta su GOLFTV -Il Genesis Open va in onda in diretta e in esclusiva su GOLFTV, la nuova piattaforma di streaming realizzata da Discovery (per maggiori informazioni www.golf.tv/it). Terza giornata sabato 16 gennaio dalle ore 19 alle ore 24; quarta giornata: domenica 17, dalle ore 19 alle ore 0,30. Commento di Nicola Pomponi e di Alessandro Bellicini.

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube