PGA Tour: Dustin Johnson, primo nel St. Jude, torna numero 1 mondiale

Dustin Johnson
  11 giugno 2018 In primo piano
Condividi su:

Dustin Johnson con un gran giro finale in 66 (-4) colpi e lo score di 261 (67 63 65 66, -19) ha vinto il FedEx St. Jude Classic (PGA Tour) ed è tornato numero uno mondiale ai danni di Justin Thomas.

Sul percorso del TPC Southwind (par 70), a Memphis nel Tennessee, nel torneo che ha anticipato l’US Open, secondo major stagionale (Shinnecock Hills GC, Southampton, New York, 14-17 giugno), Johnson ha distaccato nettamente Andrew Putnam, con il quale deteneva la leadership dopo 54 buche, relegandolo al secondo posto con 267 (-13).

E’ stato una sorta di match play tra i due con gli altri solo a lottare per la terza posizione conquistata con 271 (-9) da J. B. Holmes. In quarta con 272 (-8) Richy Werenski e Stewart Cink, autore nel terzo turno di una “hole in one” (buca 8, par 3, yards 144, wedge), tra i concorrenti in sesta con 273 (-7) il redivivo sudafricano Retief Gossen, in 12ª con 274 (-6) Phil Mickelson e in 26ª con 276 (-4) Henrik Stenson. Ha ceduto Brooks Koepka, da decino a 30° con 277 (-3), che difenderà il titolo allo Shinnecock Hills GC, in bassa classifica l’irlandese Padraig Harrington, 56° con 282 (+2), e buon ultimo il sudafricano Charl Schwartzel, 72° con 290 (+10).

Il doppio bogey in avvio di Andrew Putnam ha dato subito una svolta al match. Dustin Johnson (nella foto) ha proceduto con tranquillità per nove buche (un birdie, un bogey) poi nel finale ha cambiato passo (un eagle e due birdie), ma è stata soprattutto un’azione di forza e di classe perché il suo avversario non si è più ripreso (72, +2 con un birdie, un bogey e un doppio bogey). Johnson, 34enne di Columbia (South Carolina) ha portato a 18 i titoli nel circuito, comprensivi di un major (proprio l’US Open, 2016) e ha ricevuto un assegno di 1.188.000 dollari su un montepremi di 6.600.000 dollari.

Cambio al vertice del world ranking – Justin Thomas, che in vista dell’US Open ha preferito la settimana di riposo, ha lasciato una porta aperta a Dustin Johnson e questi ne ha subito approfittato per riprendersi il trono mondiale con 9,28 punti. Thomas ne ha 8,99 e la situazione potrebbe nuovamente cambiare dopo il major. L’inglese Justin Rose è rimasto al terzo posto con p. 8,28 e, pur senza giocare, Jordan Spieth ha rilevato al quarto posto (p. 7,78) lo spagnolo Jon Rahm (p. 7,68) anch’egli fermo ai box. Stabile Francesco Molinari, 18° con p. 4,71.

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube