Montecchia Open by Lyoness: primo giro annullato, il torneo su 54 buche

Andrea Maestroni
  12 maggio 2016 In primo piano
Condividi su:

​Il primo round del Montecchia Open by Lyoness, quinto torneo stagionale del Challenge Tour e seconda tappa dell’Italian Pro Tour 2016, è stato annullato a causa delle violenti piogge abbattutesi sul percorso padovano del Golf della Montecchia. Il torneo, la cui conclusione resta prevista per il 15 maggio, viene pertanto ridotto a 54 buche.

Soltanto in caso di mancato completamento del terzo e ultimo giro, la competizione (secondo evento italiano del Progetto Ryder Cup 2022) si chiuderebbe lunedì 16 maggio. Con 38 millimetri d’acqua in 24 ore (dei quali 16 tra le 5 e le 7 di mattina), lo staff dei greenkeeper del Golf della Montecchia (supportato dai colleghi del Golf Club Frassanelle, del Golf Terme di Galzignano e del Golf Club Padova) ha impiegato tutta la mattina per portare avanti le complesse operazioni di pulizia del campo. Alle 14 è arrivata poi la decisione ufficiale sul rinvio del primo giro.

Tre giornate di grande golf– Bisognerà aspettare domani, dunque, per vedere all’opera i campioni del secondo circuito europeo. Dopo i primi due giri, resteranno in gara soltanto i primi 60 classificati e i pari merito, che si contenderanno il montepremi da 250.000 euro (il più alto delle quattro gare sin qui disputate nel circuito) con prima moneta di 40.000 euro. In gara 156 concorrenti, dei quali 18 italiani.
Tra gli azzurri, Andrea Maestroni (nella foto) ha messo in mostra un buon feeling con il percorso di gara, portando alla vittoria il suo team nella Santa Margherita Gruppo Vinicolo Pro Am (disputata ieri). “È sempre molto stimolante giocare su questo campo – ha commentato Maestroni – e sento di poter disputare un bel torneo. Attraverso un buon momento di forma e credo di aver assorbito bene il passaggio dall’Alps Tour al Challenge Tour. In quest’ottica il 18° posto nel Turkish Airlines Challenge mi conforta e mi dà grande fiducia. Il field è di altissimo livello, come merita un evento di questo prestigio. La Federazione Italiana Golf ha intrapreso un percorso di crescita ambizioso verso la Ryder Cup 2022 e noi giocatori siamo onorati di poter dare il nostro contributo a livello agonistico”.
Fra gli stranieri, godranno dei favori del pronostico il francese Clément Sordet, reduce dal successo in Turchia e lo scozzese Duncan Stewart, a segno nel Challenge de Madrid. Tra i potenziali protagonisti, anche gli altri due vincitori stagionali, lo svedese Sebastian Soderberg (Kenya Open), leader della money list, e l’inglese Jordan L. Smith (Red Sea Egyptian Challenge). Curiosità per vedere in azione lo spagnolo Javier Ballesteros, figlio del compianto Severiano, mito del golf.
Ri-certificazione GEO per il Golf della Montecchia – Domani alle ore 18 il Golf della Montecchia, che ospita per la quarta volta una competizione del Challenge Tour dopo i tornei del 2001, 2002 e 2013, riceverà l’attestato della Ri-certificazione GEO 2016. A distanza di tre anni dal primo premio (bilancio ambientale per il golf riconosciuto dal CIO e dalle maggiori associazioni che operano nel golf), si conferma la grande attenzione all’ecosostenibilità del circolo padovano. La consegna ufficiale del Diploma avverrà a cura di Kelli Jerome, Managing Director di GEO.
 
Gli sponsor – L’Italian Pro Tour ha il supporto dei seguenti sponsor: Konica Minolta;  Franco Bosi Argenti; Frosecchi; Legea; ActionAid (charity partner); Sky Sport (media partner). Il Montecchia Open by Lyoness beneficia del sostegno di Lyoness (title sponsor), Santa Margherita Gruppo Vinicolo (title sponsor Pro Am) e ha il contributo dei seguenti sponsor: Consorzio Prosciutto Veneto; Electra; FR; Acqua Panna/San Pellegrino; Prato Verde. Sponsor istituzionali: Comune di Padova; Comune di Selvazzano; Provincia di Padova; Regione Veneto.
Web e social network – News, foto e video del Montecchia Open by Lyoness sono consultabili sul sito www.italianprotour.com. Inoltre, attraverso i profili facebook, twitter e instagram dell’Italian Pro Tour è possibile interagire e seguire gli aggiornamenti live del torneo.

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube