LPGA Tour: Sei Young Kim una rookie con tre successi

Lydia Ko
  01 novembre 2015 In primo piano
Condividi su:

La coreana Sei Young Kim continua a meravigliare. Al primo anno di LPGA Tour, infatti, ha conseguito tre titoli, l’ultimo con 286 colpi (70 72 74 70, -2) nel Blue Bay LPGA che si è concluso sul tracciato del Jian Lake Blue Bay Golf Course (par 72) nell’isola di Hainan in Cina, dove tra le 81 concorrenti non c’erano giocatrici italiane.

La 22enne coreana di Seoul ha avuto ragione di Stacy Lewis, numero tre mondiale, di Kim Kaufman e della taiwanese Candie Kung (287, -1), con la quale condivideva il comando dopo 54 buche, tenute con molta autorità e freddezza a un colpo di distanza. In quinta posizione con 291 (+3) la tedesca Sandra Gal, la cinese Xi Yu Lin e la canadese Alena Sharp e in ottava con 292 (+4) la norvegese Suzann Pettersen e la neozelandese Lydia Ko (nella foto), leader del Rolex Ranking, autrice di una decisa rimonta dopo una falsa partenza con un 77 (+5) che l’ha relegata al 56° posto.
Mai in corsa per il titolo Michelle Wie e la cinese Shanshan Feng, 14.e con 294 (+6), la taiwanese Yani Tseng, 23ª con 296 (+8), e la sudafricana Lee-Anne Pace, campionessa uscente, 46ª con 302 (+14). Si è ritirata dopo un turno la coreana Inbee Park, numero due nella classifica mondiale.
Sei Young Kim, che ha intascato 300.000 dollari su un montepremi di due milioni di dollari, ha concluso la sua corsa con un 70 (-2) nato da quattro birdie e da due bogey. Nel suo palmares figurano anche cinque successi nel Korean LPGA.
TERZO GIRO – La coreana Sei Young Kim (216 – 70 72 74, par) è stata raggiunta dalla taiwanese Candie Kung (216 – 71 72 73) in vetta alla graduatoria del Blue Bay LPGA (LPGA Tour) in svolgimento sul tracciato del Jian Lake Blue Bay Golf Course (par 72) nell’isola di Hainan in Cina, dove tra le 81 concorrenti non vi sono giocatrici italiane.
Insieme alla coppia di testa competeranno per il titolo altre numerose concorrenti tra le quali sono in posizione privilegiata Stacy Lewis, terza con 217 (+1), Kim Kaufman, la canadese Alena Sharp, la giapponese Haru Nomura e la norvegese Suzann Pettersen, quarte con 218 (+2). Hanno chances anche Ryan O’Toole, la taiwanese Wei-Ling Hsu e la cinese Xi Yu Lin, ottave con 219 (+3), e le quattro proettes undicesime con 220 (+4), tra le quali si trova l’australiana Minjee Lee.
Sono tagliate fuori la neozelandese Lydia Ko (nella foto), numero uno mondiale, malgrado il recupero dal 47° al 20° posto con 222 (+6) occupato anche dalla cinese Shanshan Feng, Michelle Wie, 30ª con 224 (+8). la taiwanese Yani Tseng, 35ª con 225 (+9), e la sudafricana Lee-Anne Pace, campionessa uscente, 46ª con 227 (+11). Il montepremi è di 2.000.000 di dollari dei quali 300.000 dollari spetteranno alla vincitrice.
SECONDO GIRO – La coreana Sei Young Kim è la nuova leader con 142 colpi (70 72, -2) del Blue Bay LPGA (LPGA Tour) in svolgimento sul tracciato del Jian Lake Blue Bay Golf Course (par 72) nell’isola di Hainan in Cina, dove tra le 81 concorrenti non vi sono giocatrici italiane.
Alla 22enne di Seoul, una delle rivelazioni stagionali con due titoli al primo anno di circuito, è bastato il 72 del par (due birdie, due bogey) per lasciare a un colpo Austin Ernst, Ryann O’Toole, la taiwanese Candie Kung e la norvegese Suzann Pettersen (143, -1) rinvenuta dal 22° posto. Al sesto con 144 (par) Stacy Lewis, Jane Park, Kim Kaufman, la canadese Alena Sharp, l’australiana Minjee Lee e la cinese Xi Yu Lin, messa in difficoltà da un 77 (+5) dopo la prima piazza iniziale.
A metà classifica Michelle Wie e la cinese Shanshan Feng, 23.e con 148 (+4), e la sudafricana Lee-Anne Pace, campionessa uscente, 32ª con 149 (+5). Non decolla la neozelandese Lydia Ko (nella foto), tornata domenica scorsa in vetta al Rolex Ranking con il successo nel Fubon Taiwan, 47ª con 152 (+8) alla pari con la taiwanese Yani Tseng. Si è ritirata la coreana Inbee Park, numero due mondiale. Il montepremi è di 2.000.000 di dollari dei quali 300.000 dollari spetteranno alla vincitrice.
PRIMO GIRO Lydia Ko, appena tornata leader mondiale, non è riuscita a ritrovare rapidamente la concentrazione dopo il successo della scorsa settimana (Fubon Taiwan) e ha concluso con un deludente 77 (+ 5) per il 56° posto il primo giro del Blue Bay LPGA (LPGA Tour).
Sul tracciato del Jian Lake Blue Bay Golf Course (par 72) nell’isola di Hainan in Cina, dove tra le 81 concorrenti non vi sono giocatrici italiane, è stata invece molto positiva la cinese Xi Yu Lin, leader con uno score di 67 (-5) colpi prodotto da cinque birdie senza bogey. La 19enne di Guangzhou, con un titolo nel Ladies European Tour e che sembra matura per imporsi anche nel circuito statunitense, precede di misura Austin Ernst (68, -4), 23 anni e un successo nel LPGA Tour.
In terza posizione con 70 (-2) Ryann O’Toole, Jane Park e le coreane Sei Young Kim e Jenny Shin, in settima con 71 (-1) Stacy Lewis, numero tre del Rolex Ranking, Brittany Lang, la taiwanese Candie Kung e la tedesca Caroline Masson, in 16ª con 73 (+1) la cinese Shanshan Feng, in 22ª con 74 (+2) la norvegese Suzann Pettersen e la taiwanese Yani Tseng. Non ha brillato neanche la coreana Inbee Park, attuale numero due mondiale, 33ª con 75 (+3) alla pari con la connazionale Na Yeon Choi, e al 42° posto con 76 (+4) Michelle Wie e la sudafricana Lee-Anne Pace, campionessa uscente. Il montepremi è di 2.000.000 di dollari dei quali 300.000 dollari spetteranno alla vincitrice.
PROLOGO Lydia Ko, appena riconquistata la leadership mondiale, sarà nuovamente in cima alle previsioni della vigilia nel Blue Bay LPGA (29 ottobre-1 novembre) in programma al Jian Lake Blue Bay Golf Course nell’isola cinese di Hainan, dove non competeranno giocatrici italiane.
Proverà a riprendersi il trono la coreana Inbee Park, scesa in seconda posizione nel Rolex ranking, ma le pretendenti al successo saranno comunque parecchie. Citiamo, in particolare, le statunitensi Stacy Lewis, Jessica Korda, Brittany Lincicome e Michelle Wie, le coreane Na Yeon Choi e Sun Young Yoo, le cinesi Shanshan Feng e Xi Yu Lin, l’australiana Minjee Lee, la norvegese Suzann Pettersen, la svedese Anna Nordqvist e la taiwanese Yani Tseng. Difende l’unico titolo conquistato nel circuito la sudafricana Lee-Anne Pace. Il montepremi è di 2.000.000 di dollari dei quali 300.000 dollari spetteranno alla vincitrice.

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube

Tasa Torbica - saranno famosi