LPGA Tour: in Giappone la coreana Su-Ju Ahn prevale nel playoff

Ju Ahn
  10 novembre 2015 In primo piano
Condividi su:

La coreana Sun-Ju Ahn (nella foto) si è imposta con 200 (68 65 67, -16) colpi nel Toto Japan Classic, torneo in combinata tra LPGA Tour e Japan LPGA, disputato sul percorso del Kintetsu Kashikojima Country Club (par 72), a Shima-Shi in Giappone, al quale sono state ammesse 78 concorrenti (77 poi al via) di cui nessuna italiana.

Dopo aver concluso il torneo alla pari con la connazionale Ji-Hee Lee (200 – 67 67 66) e con Angela Stanford (200 – 65 68 67) la vincitrice ha avuto ragione delle rivali con un birdie alla prima buca di spareggio. E’ rimasta fuori dal playoff per un colpo la coreana Jenny Shin, quarta con 201 (-15), quindi in quinta posizione con 202 (-14) la thailandese Ariya Jutanugarn e in sesta con 204 (-12) Stacy Lewis, numero tre mondiale, Lexi Thompson, la thailandese Pornanong Phatlum e le coreane Jiyai Shin, Hyo-Joo Kim e Ha-Neul Kim. Al 16° posto con 206 (-10) la taiwanese Yani Tseng, al 21° con 207 (-9) la coreana Mi Hyang Lee, campionessa uscente, e al 59° con 214 (-2) Michelle Wie e l’australiana Karrie Webb.
Sun-Ju Ahn, 27 anni, ha conquistato il 20° titolo nel Japan LPGA, dove dal 2010 ha ottenuto almeno due successi a stagione, che le conta come primo successo nel LPGA Tour. Nel suo palmares anche sette vittorie nel Korean LPGA. Nel giro finale ha realizzato un 67 (-5) con cinque birdie senza bogey, stesso cammino effettuato dalla Stanford, mentre Ji-Hee Lee ha girato in 66 (-6), anche lei senza bogey e agganciando le due avversarie con il sesto birdie di giornata alla buca 17. Alla Ahn è andato un assegno di 225.000 dollari su un montepremi di 1.500.000 dollari.

Secondo giro – Orientali la proscenio nel secondo turno del Toto Japan Classic (LPGA Tour), in svolgimento sul tracciato del Kintetsu Kashikojima Country Club (par 72), a Shima-Shi in Giappone, al quale sono state ammesse 78 concorrenti (77 poi al via) di cui nessuna italiana.

Si è portata al comando con 131 colpi (66 65, -13) la coreana Jenny Shin, seguita con 132 (-12) dalla connazionale Ha-Neul Kim e con 133 (-11) dall’altra coreana Sun-Ju Ahn, dalla thailandese Pornanong Phatlum e da Angela Stanford. Al sesto posto con 134 (-10) la giapponese Ai Suzuki e la coreana Ji-Hee Lee e all’ottavo con 135 (-9), la taiwanese Yani Tseng, la coreana Jiyai Shin, Lexi Thompson e Ryann O’Toole, in vetta con la Stanford dopo un turno.
Ha preso sette posizioni Stacy Lewis (nella foto), numero tre mondiale, 15ª con 136 (-8), è rimasta praticamente stabile la coreana Mi Hyang Lee, campionessa uscente, 29ª con 138 (-6), e sono quasi in coda l’australiana Karrie Webb, 60ª con 142 (-2), e Michelle Wie, 66ª con 143 (-1).
Jenny Shin, 27 anni e senza allori nel tour, ha infilato sette birdie, senza bogey, per il 65 (-7). Il montepremi è di 1.500.000 dollari.
Primo giro – Ryann O’Toole e Angela Stanford guidano con 65 (-7) colpi la graduatoria del Toto Japan Classic (LPGA Tour), in svolgimento sul tracciato del Kintetsu Kashikojima Country Club (par 72), a Shima-Shi in Giappone, al quale sono state ammesse 78 concorrenti (77 poi al via) di cui nessuna italiana.
Seguono a un colpo la giapponese Ai Suzuki e le coreane Mi-Jeong Jeon, Ilhee Lee, Jenny Shin e Ha-Neul Kim (66, -6). Subito dietro, ottava con 67 (-5), Stacy Lewis, numero tre mondiale, tesa ad accorciare le distanze dalla neozelandese Lidya Ko e dalla coreana Inbee Park, rispettivamente numero uno e due, assenti nell’occasione. La Lewis è affiancata da Lexi Thompson, dalla coreana Jiyai Shin e della taiwanese Yani Tseng. Al 32° posto con 70 (-2) Michelle Wie e la coreana Mi Hyang Lee, campionessa uscente, e al 51° con 71 (-1) l’australiana Karrie Webb.
Ryann O’Toole, che da qualche torneo sta dando segni di risveglio dopo un lungo periodo in ombra seguito al suo deciso ingresso nel circuito con partecipazione alla Solheim Cup del 2011, ha realizzato un eagle, sette birdie e due bogey, la Stanford otto birdie e un bogey. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.
Prologo – Il LPGA Tour si trasferisce in Giappone ancora per una gara a invito, il Toto Japan Classic (6-8 novembre), alla quale sono state ammesse 78 concorrenti di cui nessuna italiana. Numerose le defezioni sul percorso del Kintetsu Kashikojima Country Club, a Shima-Shi, in particolare quelle della neozelandese Lydia Ko e della coreana Inbee Park, rispettivamente numero uno e due mondiale.
Ci sarà la statunitense Stacy Lewis, numero tre, insieme alle connazionali Paula Creamer, Lexi Thompson e Michelle Wie, alle coreane Mi Hyang Lee, campionessa uscente, e Jiyai Shin, all’australiana Karrie Webb, alla thailandese Pornanong Phlatum, alla taiwanese Yani Tseng e alle nipponiche Haru Nomura, Junko Omote e Momolo Ueda. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube

Tasa Torbica - saranno famosi