Golf ai Giochi del Mediterraneo: sei azzurri a caccia di medaglie

luna-diana
  22 giugno 2018 In primo piano
Condividi su:

Da lunedì 25 giugno a giovedì 28 il golf sarà protagonista ai Giochi del Mediterraneo 2018 che sono in svolgimento a Tarragona in Spagna, imperniati su 33 discipline e a cui partecipano le rappresentative delle nazioni che si affacciano sul Mar Mediterraneo. Sul percorso del Golf Costa Daurada scenderanno in campo Aron Zemmer, Jacopo Vecchi Fossa e Philip Geerts nel torneo maschile e Diana Luna, Roberta Liti e Angelica Moresco in quello femminile. Si competerà per l’oro a squadre e individuale.

La gara si disputa sulla distanza di 72 buche su un tracciato impegnativo le cui prime nove buche sono state disegnate dal famoso architetto Pepe Gancedo nel 1983. Successivamente nel 1991 sono state costruite le altre nove su progetto di Alfonso Vidaor e Magì Sardà. A novembre sono state modificate cinque buche per renderlo più competitivo proprio per i Giochi. Il suo layout richiede la piena padronanza di una vasta gamma di colpi per un mix di abilità e precisione che non potrà che premiare i migliori.

Diana Luna (nella foto), romana, 36 anni, cinque titoli sul Ladies European Tour, con il record di essersi imposta nel German Open del 2011 senza bogey sulle 72 buche, e una partecipazione alla Solheim Cup, sarà indubbiamente tra le favorite. Possono fare belle cose anche le due amateur Roberta Liti, 23 anni di Poggibonsi, che ha fatto parte del team dell’Arizona State University vincitore nel 2017 del prestigioso titolo del NCAA Womens Championship, massimo evento a livello di College. La Liti in precedenza aveva fatto suo il Ping/Asu Invitational (College, Usa). Angelica Moresco, vicentina, 20 anni da compiere, è stata campionessa d’Europa con la squadra Girls azzurra nel 2016 e argento con la stessa compagine nel 2015 e con le Ladies nel 2017. Anche lei sta studiando negli Stati Uniti.

Nella formazione maschile appare in buona condizione Aron Zemmer, 28enne di Bolzano, che sta conducendo una bella stagione nei due circuiti cinesi (PGA China Tour e China Tour) dove è approdato dopo alcune annate in cui ha fatto una buona esperienza su Alps Tour e Challenge Tour. Jacopo Vecchi Fossa, pro dalla fine del 2016, è andato a segno ad aprile imponendosi nel Campionato Nazionale Open. E’ stata la prima gara che ha disputato dopo aver subito a dicembre un intervento a cuore aperto, dimostrando di averlo superato sia fisicamente che moralmente.

Philip Geerts, 26enne nato a Nairoby in Kenya ma italiano a tutti gli effetti, da poco passato tra i professionisti, sta facendosi strada nel Sunshine Tour, dopo una costruttiva gavetta nei minitour sudafricani, partecipando a numerosi tornei sin dallo status di amateur e vincendone uno nel IGT Race to Qualifying School,. Ha fatto parte della nazionale azzurra  e nel 2017 è divenuto campione italiano assoluto match play

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube