Gli azzurri brillano in USA: vince Mazzoli, secondo Scalise

stefano-mazzoli-e-lorenzo-scalise
  28 febbraio 2018 In primo piano
Condividi su:

Gli azzurri studenti nelle università statunitensi continuano ad essere grandi protagonisti nelle gare di College dove già hanno ottenuto risultati di rilievo. Ad allungare la serie sono stati Stefano Mazzoli, vincitore del Wexford Plantation Intercollegiate, e Lorenzo Scalise, che si è classificato secondo nel Southwestern Invitational.

E’ la quarta vittoria stagionale degli azzurri in campo internazionale nell’arco di due settimane dopo quelle della compagine femminile, che ha brillato nel “Quadrangolare” in Spagna, e dei professionisti Michele Cea (Ein Bay Open, Alps Tour) e Philip Geerts (RTQS #16 Killarney in Sudafrica).

Mazzoli si è imposto con 206 (70 71 65, -10) colpi nel torneo disputato sul percorso del Wexford Plantation (par 72) ad Hilton Head Island nel South Carolina, e con la sua prestazione ha condotto anche al successo la Texas Christian University dove studia. L’azzurro, ottavo dopo due giri a cinque colpi dal leader Elliott Grayson, ha effettuato l’eccellente rimonta con un eagle, sei birdie e un bogey per il 65 (-7), nuovo record del campo. Ha preceduto David Thompson (208, -8) e Spencer Ralston (210, -6), entrambi della Georgia University, lo stesso Grayson (Akron), quarto con 211 (-5), il francese David Ravetto, suo compagno di College, e Keller Harper (Furman), quinti con 213 (-3).

Nella competizione a squadre la TCU ha prevalso con 853 (287 281 285, -11) colpi dopo un serrato duello con la Georgia (854, -10). Oltre a Mazzoli e a Ravetto hanno contribuito al punteggio del team Pierre Mazier (9°), Turner MacLean (25°) e Triston Fisher (29°).

Stefano Mazzoli, 23enne di Segrate (MI) portacolori del GC Monticello, è stato campione d’Europa nel 2015 e ha fatto parte della formazione italiana Boys che ha vinto il titolo europeo di categoria nel 2014. Negli Stati Uniti ha fatto suo l’Orlando Amateur (2015) e l’USF Olympic Intercollegiate (2016).

Lorenzo Scalise, che frequenta la University of Tennesee, è terminato come detto secondo con 209 (67 72 70, -7) sul percorso del North Ranch CC (par 72), a Westlake Village in California. Leader nei primi due giri, in una gara disputata in condizioni climatiche difficili, è stato in vetta fino alle ultime buche quando è stato sorpassato da Kyle Mueller (Michigan) che ha concluso con un solo colpo in meno (208 – 71 71 66, -8). Subito dietro due atleti della UCLA, Hidetoshi Yoshihara (213, -3) e Cole Madey (215, -1), che hanno contribuito in maniera determinante al successo della propria università nella gara a squadre (856, -8) davanti alla Pepperdine (876, +12) e alla Tennessee (891, +27).

Lorenzo Scalise. 23enne di Vimercate (MI) tesserato per il GC Milano, lo scorso anno è divenuto Campione Italiano Medal e ha sfiorato il titolo nel Campionato Europeo dilettanti, secondo dopo spareggio insieme a Luca Cianchetti, entrambi superati dall’inglese Alfie Plant. Ha partecipato con gli azzurri all’Europeo a squadre con quarto posto nel 2016 e bronzo lo scorso anno. Da rilevare che sia Scalise che Mazzoli sono allenati dallo staff azzurro.

Tra le vittorie italiane nelle gare di College da ricordare quelle di Virginia Elena Carta nell’individuale del NCAA Womens Medal Championship, ossia il più importante evento statunitense a livello di College, e di Roberta Liti la quale nel 2017 era nella formazione dell’Arizona State University che ha conseguito il titolo a squadre nella stessa gara.

(Nelle foto: a sinistra, esulta Stefano Mazzoli sull’ultimo green: a destra, Lorenzo Scalise dopo la premiazione)

RISULTATI WEXFORD PLANTATION INTERCOLLEGIATE

RISULTATI SOUTHWESTERN INVITATIONAL

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube