Eurotour: ancora Justin Rose, 56.i E. Molinari e Paratore

Justin Rose
  05 novembre 2017 In primo piano
Condividi su:

Secondo successo consecutivo per l’inglese Justin Rose, campione olimpico, che si è imposto con 266 (69 68 64 65, -18) colpi nel Turkish Airlines Open, dopo aver vinto domenica scorsa il WGC HSBC Champions. Sul tracciato del Regnum Carya Golf & Spa Resort (par 71), ad Antalya in Turchia, nel sesto torneo delle Rolex Series e terz’ultimo dell’European Tour, sono terminati al 56° posto con 285 (+1) Edoardo Molinari (74 69 70 72) e Renato Paratore (75 71 69 70), e ha chiuso al 75° Nino Bertasio con 298 (75 74 78 71, +14).

Rose, in un finale ad altissimo livello tecnico, ha superato con un birdie sull’ultimo green il belga Nicolas Cosaerts e il sudafricano Dylan Frittelli (267, -17). Al quarto posto con 268 (-16) l’irlandese Padraig Harrington, al quinto con 269 (-15) il danese Thorbjorn Olesen, campione uscente, al sesto con 270 (-14) l’inglese Eddie Pepperell e il thailandese Kiradech Aphibarnrat, leader dopo tre giri con l’irlandese Shane Lowry, ottavo con 271 (-13). Mai in partita gli inglesi Tyrrell Hatton, vincitore dell’Open d’Italia, 16° con 274 (-10), e Tommy Fleetwood, 23° con 276 (-8), il tedesco Martin Kaymer, 30° con 279 (-5), e lo svedese Henrik Stenson, 35° con 280 (-4).

Justin Rose (nella foto), 37enne nato a Johannesburg in Sudafrica, ha colto il settimo titolo nell’European Tour arricchendo un palmares che comprende, oltre all’oro olimpico, anche un major, due WGC, e cinque vittorie nel PGA Tour. Ha avuto ragione con un 65 (-6) frutto di sette birdie e di un bogey. Ha ricevuto un assegno di 985.495 euro su un montepremi di circa 6.020.000 euro (sette milioni di dollari).

Edoardo Molinari, partito dalla buca 11, ha iniziato e terminato con un doppio bogey e con in mezzo quattro birdie e un bogey per il 72 (+1). Per Renato Paratore 70 (-1) colpi con quattro birdie e tre bogey e per Nino Bertasio 71 (par) con quattro birdie, due bogey e un doppio bogey.

 

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube

Luca Memeo - saranno famosi