Eurotour: Charl Schwartzel decimo titolo, 40° Paratore

Schwartzel Charl 5
  29 novembre 2015 In primo piano
Condividi su:

Charl Schwartzel (nella foto) ha vinto con 273 colpi (66 67 70 70, -15) l’Alfred Dunhill Championship, torneo che ha aperto la stagione 2016 dell’European Tour sul tracciato del Leopard Creek CC (par 72) a Malelane in Sudafrica, dove Renato Paratore si è classificato 40° con 287 (73 69 74 71, -1).

Il 31enne sudafricano di Johannesburg si è imposto in questo evento per la quarta volta (dopo i successi nel 2005, 2013 e 2014) e ha portato a dieci i titoli sul circuito, comprensivi di un major, con il buon margine di quattro colpi sul francese Gregory Bourdy (277 – 70 72 67 68, -11), che a metà turno era riuscito ad avvicinarsi alla vetta approfittando di un avvio un po’ incerto del leader.
Sono terminati subito dietro i due francesi Benjamin Hebert, terzo con 278 (- 10), e Sebastien Gros, quarto con 279 (-9), appena promosso dal Challenge Tour. Al quinto con 280 (-8) l’inglese Matt Ford, l’olandese Joost Luiten e il transalpino Thomas Linard e all’ottavo con 281 (-7) l’inglese Eddie Pepperell e i sudafricani Jaco Van Zyl e Branden Grace, campione uscente. A metà graduatoria altri due sudafricani, Thomas Aiken, 18° con 283 (-5) alla pari con il portoghese Ricardo Gouveia. vincitore della money list del Challenge Tour, e Darren Fichardt, 27° con 284 (-4).
Schwartzel, confidando sul vantaggio di tre colpi maturato sui primi inseguitori dopo tre turni, ha iniziato il quarto forse un po’ troppo rilassato ed è passato alla nona buca con un colpo sopra il par (un birdie, due bogey). A dargli la scossa ci ha pensato Bourdy con quattro birdie di fila e, anche dopo una brusca frenata con un triplo bogey, il transalpino ha tenuto alto il ritmo. A quel punto Schwartzel ha cambiato marcia e con tre birdie nel rientro per il 70 (-2)  ha messo al sicuro il successo e l’assegno di 237.750 con cui è stato gratificato su un montepremi di 1.500.000 euro. Nello score di Bourdy altri quattro birdie e un bogey per il 68 (-4) e la seconda piazza compensata con 172.500 euro.
Paratore ha concluso con un 71 (-1) andando un altalena con quattro birdie e tre bogey e ha accantonato i primi 10.050 euro per la money list.
Sono usciti al taglio, caduto a 144 (par), gli altri quattro italiani che hanno preso parte alla gara: Francesco Laporta, 66° con 145 (74 71, +1), Edoardo Molinari (78 68) e Nino Bertasio (73 73), 77.i con 146 (+2), e Nicolò Ravano, 117° con 150 (71 79, +6).
TERZO GIRO – Renato Paratore è retrocesso dal 21° al 48° posto con 216 colpi (73 69 74, par) nel terzo giro dell’Alfred Dunhill Championship, torneo che ha aperto la stagione 2016 dell’European Tour sul tracciato del Leopard Creek CC (par 72) a Malelane in Sudafrica.
Ha mantenuto il comando il sudafricano Charl Schwartzel con 203 (66 67 60, -13) che proverà a vincere la gara per la quarta volta (dopo i successi nel 2005, 2013 e 2014) e a portare a dieci i titoli sul circuito, comprensivi di un major, partendo per il turno finale con un vantaggio di tre colpi nei riguardi dei francesi Sebastien Gros e Benjamin Hebert (206, -10). Ha forse qualche chance di aggancio il sudafricano Dylan Frittelli, quarto con 208 (-8), mentre sarà difficile che possano recuperare sei colpi il transalpino Gregory Bourdy, lo scozzese David Drysdale, l’olandese Joost Luiten e il danese Lasse Jensen, quinti con 209 (-7). Ha rimontato 43 posizioni il sudafricano Branden Grace, campione uscente, nono con 210 (-6) insieme all’inglese Matt Ford e al francese Thomas Linard, ma il suo risveglio appare tardivo. Hanno solo la possibilità di fare passi avanti in classifica i sudafricani Thomas Aiken, 20° con 212 (-4), e Darren Fichardt, 25° con 213 (-3), il portoghese Ricardo Gouveia, 37° con 215 (-1), e l’altro sudafricano Jaco Van Zyl, 53° con 217 (+1).
Schwartzel, 31enne di Johannesburg, ha tenuto un’andatura regolare cercando di evitare rischi considerato che dopo 36 buche era avanti di cinque colpi. Ha siglato un 70 (-2) con tre birdie e un bogey. Gros è rinvenuto dalla 39ª piazza con un 63 (-9) frutto di nove birdie, senza bogey, ed Hebert ha mantenuto la seconda, recuperando due colpi al leader, con un 68 (-4, con sei birdie e due bogey).
Paratore ha girato in 74 (+2) colpi con un eagle, due birdie, tre bogey e un triplo bogey alla buca 9 che gli ha rovinato lo score.
Sono usciti al taglio, caduto a 144 (par), Francesco Laporta, 66° con 145 (74 71, +1), Edoardo Molinari (78 68) e Nino Bertasio (73 73), 77.i con 146 (+2), e Nicolò Ravano, 117° con 150 (71 79, +6).
Il montepremi è di 1.500.000 euro con prima moneta di 237.750 euro.
Il torneo su Sky – La giornata finale dell’Alfred Dunhill Championship sarà teletrasmessa in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky con collegamento dalle ore 11 alle ore 15,30 (Sky Sport 3 HD). Commento di Alessandro Lupi, Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi.
SECONDO GIRO – Renato Paratore, 21° con 142 colpi (73 69, -2), è l’unico italiano rimasto in gara nell’Alfred Dunhill Championship, torneo che ha aperto la stagione 2016 dell’European Tour sul tracciato del Leopard Creek CC (par 72) a Malelane in Sudafrica, e dove ha decisamente attaccato il sudafricano Charl Schwartzel, nuovo leader con 133 (66 67, -11).
Sono usciti al taglio, caduto a 144 (par), Francesco Laporta, 66° con 145 (74 71, +1), Edoardo Molinari (78 68) e Nino Bertasio (73 73), 77.i con 146 (+2), e Nicolò Ravano, 117° con 150 (71 79, +6).
Schwartzel ha un vantaggio di cinque colpi sul connazionale Richard Sterne, sullo spagnolo Pablo Martin, sul francese Benjamin Hebert e sull’olandese Joost Luiten (138, -6). Al sesto posto con 139 (-5) l’inglese Eddie Pepperell. l’australiano Jason Scrivener e Mark Williams dello Zimbabwe, al nono con 140 (-4) l’inglese Ben Evans, lo scozzese David Drysdale e i sudafricani Thomas Aiken, Shaun Norris e Christiaan Basson, quest’ultimo in vetta dopo un turno con un 64 (-8) e poi appesantito da un 76 (+4).
Pur se erano tra i favoriti, non hanno tenuto il passo giusto i sudafricani Darren Fichardt, 21° come Paratore, Jaco Van Zyl, 39° con 143 (-1), e Branden Grace, campione uscente, 52° con 144 (par), ma è andata peggio a Louis Oosthuizen e a Garth Mulroy rimasti fuori con lo stesso score di Molinari e di Bertasio.
Schwartzel ha commesso un solo errore (bogey alla 7ª buca, la 16ª giocata), compensato da sei birdie per il 67 (-5). Paratore ha iniziato a buona andatura con tre birdie in sei buche, poi ha conservato il “meno 3” con un altro birdie e un bogey quasi in chiusura (69). Laporta è stato in bilico fino all’ultimo momento, ma è uscito per un colpo dopo un 71 (-1) con cinque birdie, due bogey e un doppio bogey. Edoardo Molinari ha fatto l’impossibile per evitare il taglio, però il 68 (-4) con quattro birdie senza bogey non è bastato per rimediare al 78 (+6) di partenza. Tre bogey nella fase centrale hanno avuto peso determinante sullo score di Bertasio, che ha completato il 73 (+1) con tre birdie e un altro bogey. Ravano, 38° dopo il giro d’apertura, ha avuto un crollo verticale sulle prime dieci buche su cui ha lasciato ben otto colpi. Per lui un 79 (+7) con due birdie, cinque bogey e due doppi bogey.
Il montepremi è di 1.500.000 euro con prima moneta di 237.750 euro.
Il torneo su Sky – L’Alfred Dunhill Championship viene teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky con collegamenti ai seguenti orari: sabato 28 novembre, dalle ore 11,30 alle ore 15,30 (Sky Sport 3 HD); domenica 29, dalle ore 11 alle ore 15,30 (Sky Sport 3 HD). Commento di Alessandro Lupi, Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi
PRIMO GIRO – L’Alfred Dunhill Championship, in svolgimento sul tracciato del Leopard Creek CC (par 72) a Malelane in Sudafrica, ha aperto la stagione 2016 dell’European Tour, come di consueto in anticipo sull’anno solare.
Nel torneo organizzato in combinata con il Sunshine Tour, dei cinque giocatori italiani in campo il miglior score lo ha realizzato Nicolò Ravano, 38° con 71 (-1) colpi, mentre degli altri quattro due sono giunti in club house e altri due sono stati fermati lungo il percorso, in quanto il primo giro è stato sospeso a causa delle cattive condizioni meteorologiche. E’ al 74° posto con 73 Renato Paratore e hanno lo stesso “più 1” Nino Bertasio e Francesco Laporta con tre buche a disposizione per migliorarsi. Giornata negativa, invece, per Edoardo Molinari, 140° con 78 (+6).
Come era prevedibile i giocatori sudafricani, che sono in preponderanza, sono andati subito all’attacco, ma ha occupato il primo posto con un ottimo 64 (-8) un outsider, Christiaan Basson, 28 anni, la cui carriera si sta svolgendo sul Sunshine Tour, peraltro con buoni responsi avendo al suo attivo quattro successi. Il leader è seguito con 67 dall’inglese Matt Ford e da Mark Williams dello Zimbabwe, ma li affianca con il medesimo “meno 5” il sudafricano Charl Schwartzel, che ha una buca da giocare.
In quinta posizione un gruppo di sette concorrenti con 68 (-4) formato dall’olandese Joost Luiten, dallo svedese Niclas Fasth, dallo spagnolo Borja Virto, dal francese Benjamin Hebert e dai sudafricani Ryan Tipping, Vaughn Groenewald e Jean-Paul Strydom. Alterne fortune per gli altri sudafricani più attesi alla prova: Louis Oosthuizen e Darren Fichardt  sono al  23° posto con 70 (-2), Branden Grace, campione uscente, e Jaco Van Zyl hanno lo stesso punteggio di Ravano e Garth Mulroy è 74° come Paratore.
Basson è stato impeccabile e ha offerto una prova senza sbavature sottolineata da otto birdie. Gli italiani sono tutti partiti dalla buca 10. Ravano ha tenuto una condotta molto prudente. Dopo un bogey alla quinta buca giocata, è sceso di un colpo sotto par con due birdie. Paratore ha iniziato male con due bogey e ha concluso allo stesso modo. In mezzo tre birdie. Da dimenticare in fretta il giro di Edoardo Molinari con due soli birdie, sei bogey e un doppio bogey. Nelle quindici buche effettuate Bertasio e Laporta, che hanno giocato nella stessa terna insieme all’argentino Estanislao Goya (12° con -3), hanno fatto corsa parallela con tre birdie e quattro bogey.
Il montepremi è di 1.500.000 euro con prima moneta di 237.750 euro.
Il torneo su Sky – L’Alfred Dunhill Championship viene teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky con collegamenti ai seguenti orari: venerdì 27 novembre, dalle ore 9,30 alle ore 11,30 e dalle ore 13,30 alle ore 16,30 (Sky Sport 2 HD); sabato 28, dalle ore 11,30 alle ore 15,30 (Sky Sport 3 HD); domenica 29, dalle ore 11 alle ore 15,30 (Sky Sport 3 HD). Commento di Alessandro Lupi, Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi
PROLOGO – Ad appena quattro giorni dal termine dell’European Tour 2015 inizia la stagione 2016 in Sudafrica con l’Alfred Dunhill Championship (26-29 novembre) sul tracciato del Leopard Creek CC a Malelane. Cinque gli italiani in campo: Renato Paratore, che ha salvato la ‘carta’ con molti brividi, e Francesco Laporta, Nino Bertasio, Edoardo Molinari e Nicolò Ravano che l’hanno conquistata nella finale della Qualifying School in Spagna.
Nel torneo organizzato in combinata con il Sunshine Tour saranno numerosi i sudafricani al via tra i quali alcuni con il ruolo di favoriti: Branden Grace, campione uscente, Louis Oosthuizen, Charl Schwartzel, Richard Sterne, Garth Mulroy, Jaco Van Zyl, Hennie Otto e Darren Fichardt. Tra i continentali il danese Lucas Bjerregaard, i francesi Alexander Levy e Romain Wattel e il portoghese Ricardo Gouveia, dominatore del Challenge Tour.
Nel field buona parte dei giocatori che sono stati promossi insieme a Gouveia attraverso la money list del secondo circuito continentale di cui ricordiamo il transalpino Sebastien Gros e l’iberico Borja Virto, e di coloro che hanno ottenuto, insieme con il quartetto azzurro menzionato, il pass in Spagna come l’iberico Adrian Otaegui, lo statunitense Daniel Im e l’inglese Ross McGowan. Il montepremi è di 1.500.000 euro con prima moneta di 237.750 euro.
Il torneo su Sky – L’Alfred Dunhill Championship sarà teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky con collegamenti ai seguenti orari:  giovedì 26 novembre e venerdì 27, dalle ore 9,30 alle ore 11,30 e dalle ore 13,30 alle ore 16,30 (Sky Sport 2 HD); sabato 28, dalle ore 11,30 alle ore 15,30 (Sky Sport 3 HD); domenica 29, dalle ore 11 alle ore 15,30 (Sky Sport 3 HD). Commento di Alessandro Lupi, Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube

Luca Memeo - saranno famosi