Europei a squadre: tutti i team sul podio, un record per gli azzurri

Italia Ladies
  15 luglio 2017 In primo piano
Condividi su:

L’Italia ha ottenuto un risultato straordinario al Campionati Europei a squadre portando le sue quattro compagini sul podio, unica nazione capace di farlo, conquistando due medaglie d’argento e due di bronzo. Un responso unico per gli azzurri nella storia di questa manifestazione. E’ mancato l’oro, ma ciò non cambia tutto quanto di buono gli italiani hanno fatto vedere sul campo, dalle qualità tecniche individuali alla compattezza di ogni team, dallo spirito di reazione all’ardore agonistico che ha permeato ogni match. Gli azzurri si sono dimostrati competitivi a ogni livello di età, a testimonianza che la base è larga e ben solida, un risultato che testimonia e premia l’ottimo lavoro di tutto lo staff azzurro. Nel medagliere un oro per Svezia (con un bronzo), Danimarca, Inghilterra (con un argento e un bronzo) e Spagna (con un argento).

 

La Ladies superate dall’Inghilterra, ma che grinta! – Le Ladies )nella foto)azzurre hanno ceduto all’Inghilterra per 5,5-1,5, ma il punteggio non dice che il risultato è stato in bilico praticamente fino all’ultima buca nell’European Ladies Amateur Team Championship, sul percorso del Montado Golf Club (par 72) a Palmela in Portogallo.

Non era facile reagire allo 0-2 dei foursome, che pure erano stati equilibrati per almeno metà delle buche, e che le britanniche avevano poi volto a loro favore con Gemma Clews/Sophie Lamb (4/2 su Bianca Maria Fabrizio/Tasa Torbica) e con Alice Hewson/India Clyburn (2/1 su Clara Manzalini/Carlotta Ricolfi). Nei singoli le azzurre hanno subito inizialmente le avversarie, ma nelle buche di rientro sono riuscite a riequilibrare il match e a quattro dalla fine sono state persino avanti nel parziale per 4/3. Le inglesi hanno segnato il terzo punto con Lianna Bailey (3/2 su Clara Manzalini), ma erano ancora sul 3,5-3,5. C’è voluta una prodezza di Gemma Clevis (1 up in extremis su Angelica Moresco) per avere partita vinta. A quel punto sono stati interrotti gli altri incontri, come da prassi, e il punteggio è diventato più pesante della realtà. Decretato, così, il pari tra Carlotta Ricolfi e Alice Hewson, tra Tasa Torbica e India Clyburn e tra Roberta Liti e Sophie Lamb. Le azzurre, seconde in qualifica, hanno sconfitto in precedenza l’Olanda (5-2) e la Spagna (5-2). La squadra è stata seguita alla capitana Anna Roscio, dal team advisor Luigi Zappa e dall’allenatore Stefano Soffietti.

Le finali: primo posto Inghilterra-Italia 5,5-1,5; 3° Svezia-Spagna 4,5-2.5; 5° Danimarca-Germania 3,5-1,5; 7° Olanda-Belgio 3-2.

Le Girls cedono alla Svezia – La Svezia si è presa la rivincita sulle Girls azzurre, dalle quali erano state sconfitte lo scorso anno in finale, e con il risultato di 5,5-1.5 hanno conquistato il titolo nell’European Girls Amateur Team Championship disputato sul percorso del St. Laurence Golf Club (par 72), a Lohja in Finlandia. Il bronzo è andato all’Inghilterra che ha liquidato la Francia per 5-2.

E’ stato comunque straordinario il cammino delle giovani italiani che nelle ultime quattro edizioni hanno ottenuto un titolo europeo e tre secondi posti, un segnale di grande continuità che nessun’altra nazione, in questa categoria è riuscita a dare.

Nei doppi Linn Grant/Amanda Linner non hanno dato chances a Caterina Don/Alessandra Fanali (8/6) e Maja Stark/Frida Kinhult hanno siglato il secondo punto contro Alessia Nobilio/Emilie Alba Paltrinieri (3/2). Le azzurrine, che in semifinale avevano ribaltato uno 0-2 contro le inglesi imponendosi per 4,5-2,5, hanno tentato nuovamente l’impresa, ma le avversarie non si sono lasciate sorprendere e hanno chiuso la partita con le vittorie nei singoli di Frida Kinhult (4/3 su Alessandra Fanali) e con Linn Grant (4/3 su Caterina Don). Decretato il pari, a risultato acquisito, tra Letizia Bagnoli e Beatrice Vallin, tra Alessia Nobilio e Julia Engstrom e tra Emilie Alba Paltrinieri e Amanda Linner. Non ha disputato la finale Benedetta Moresco. Le azzurre, seconde nella qualificazione medal e vincitrici del primo match play sulla Spagna (4,5-2,5), sono state accompagnate dal capitano Stefano Sardi, dal team advisor Enrico Trentin e dall’allenatore Alex Senoner.

Le finali: primo posto: Svezia b Italia 5,5-1,5; 3° Inghilterra-Francia 5-2; 5° Germania-Spagna 3-2; 7° Olanda-Danimarca 3-2.

Boys sul podio battendo la Svezia – La Danimarca ha colto a sorpresa il titolo battendo per 4-3 la più quotata Spagna nella finale dell’European Boys Team Championship sul tracciato del La Manga Golf Club (par 73), a Murcia in Spagna, dove i Boys italiani sono saliti sul terzo gradino del podio sconfiggendo la Svezia per 4,5-2,5.

La vittoria azzurra ha iniziato a prendere corpo con il 2-0 nei foursome propiziato dai successi di Giovanni Manzoni/Kevin Latchayya (3/2 su David Nyfjall/Ludwig Eriksson) e di Julien Paltrinieri/Jacopo Albertoni (4/2 su Albin Bergstrom/Ludwig Aberg). Gli svedesi hanno comunque iniziato i singoli con molta determinazione e hanno ottenuto due punti con Albin Bergstrom (alla 19ª su Massimiliano Campigli) e con Ludwig Eriksson (3/2 su Kevin Latchayya), ma Andrea Romano (1 up su Hugo Townsend) e Giovanni Manzoni (2/1 su David Nyfjall) hanno dato la svolta al match. Pari tra Jacopo Albertoni e Oscar Teiffel. L’Italia, quarta in qualifica, ha sconfitto nel primo turno di match play la Germania (4,5-2,5) e poi ha lasciato strada alla Spagna (5-2) in semifinale. Il team è stato assistito dal capitano Giovanni Bartoli, dagli allenatori Giovanni Gaudioso e Giorgio Grillo e dal fisioterapista Giacomo Lucchesi.

Le finali: primo posto Danimarca-Spagna 4-3; 3° Italia-Svezia 4,5-2,5; 5° Francia-Irlanda 4,5-0,5; 7° Germania-Inghilterra 3-2.

Gli Amateur, un bronzo sul filo di lana – Al termine di un incontro molto tirato gli Amateur italiani hanno battuto la Svezia per 4-3 conquistando la medaglia di bronzo nell’European Amateur Team Championship, sul percorso del Diamond Country Club (par 72) ad  Atzenbrugg in Austria. Per il titolo Spagna ha avuto ragione dell’Inghilterra (4-3)..

Grande equilibrio in campo e doppi in parità con punto svedese di Christoffer Palsson/Jesper Svensson (2/1 su Lorenzo Scalise/Giacomo Fortini) e replica azzurra con Luca Cianchetti /Philip Geerts (2/1 su Tim Widing/Fredrik Nilhen). Botta e risposta nei singoli: Lorenzo Scalise (6/5 su Adam Blomme) ha siglato il 2-1 e Stefano Mazzoli (2/1 su Marcus Svensson) ha portato a tre i punti azzurri. Reazione avversaria e risultato riequilibrato da Jesper Svensson (2/1 su Luca Cianchetti) e da Tim Widing (3/1 su Alberto Castagnara). In campo è rimasto solo Philip Geerts che ha dato la medaglia superando Fredrik Nilehn (3/1).

Gli azzurri, quarti in qualifica, hanno battuto nei quarti l’Irlanda (4,5-2,5) e sono stato superati dall’Inghilterra (6,5-0,5) in semifinale. La squadra è stata assistita dagli allenatori Alberto Binaghi e Federico Bisazza, dal capitano Paolo Ricchi e dal fisioterapista Cristiano Cambi.

Le finali: primo posto Spagna-Inghilterra 4-3;; 3° Italia-Svezia 4-3; Scozia-Francia 3-2; Irlanda-Norvegia 3-2.

 

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube

Internazionale d'Italia Maschile under 16 REPLY - T. Teodoro Soldati 2017