Eurasia Cup: l’Asia mantiene il vantaggio sull’Europa (6,5-5,5)

fleetwood-tommy
  13 gennaio 2018 In primo piano
Condividi su:

Sul percorso del Glenmarie G&CC, a Kuala Lumpur in Malesia, la selezione dell’Asia ha mantenuto l’esiguo vantaggio di un punto su quella dell’Europa nella terza edizione dell’Eurasia Cup, sfida biennale sul modello Ryder Cup tra formazioni di dodici giocatori. Dopo aver concluso avanti la sessione di fourballs (3,5-2,5), gli orientali hanno pareggiato nei foursomes (3-3) e ora proveranno a vincere per la prima volta il torneo nei dodici singoli finali.

I punti per la compagine condotta dall’indiano Arjun Atwal sono stati ottenuti da Gavin Green-Mal/Yuta Ikeda-Gia (1 up su Rafa Cabrera Bello-Spa/Alexander Levy-Fra), da Hideto Tanihara-Gia/Phachara Khongwatmai-Tha (2/1 su Paul Dunne-Irl/Alex Noren-Sve) e da Haotong Li-Cin/Nicholas Fung-Mal (3/1 su Ross Fisher-Ing/Bernd Wiesberger-Aut).

Per la squadra continentale, affidata al danese Thomas Bjorn, che sarà anche il capitano della squadra europea alla prossima Ryder Cup nel 2018 in Francia, sono andati a segno gli inglesi Paul Casey/Tyrrell Hatton (2/1 su Kiradech Aphibarnrat-Byeong Hun An-Cor), Tommy Fleetwood-Ing/Henrik Stenson-Sve (3/2 sugli indiani S.S.P. Chawrasia/Anirban Lahiri) e Matthew Fitzpatrick-Ing/Thomas Pieters-Bel (3/2 su Sunghoon Kang-Cor/Poom Saksansin-Tha).

L’Europa detiene il titolo, avendo vinto nel 2016 per 18,5 a 5,5, mentre il primo match nel 2014 è terminato in parità (10-10). (Nella foto: Tommy Fleetwood)

 

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube