Challenge Tour: Gagli secondo in Francia, vince Guerrier

Lorenzo Gagli
  18 giugno 2017 In primo piano
Condividi su:

Lorenzo Gagli, secondo con 278 (70 69 69 70, -6) colpi, è stato in corsa per il titolo fino all’ultima buca nell’Hauts de France Golf Open (Challenge Tour), disputato sul percorso dell’Aa Saint-Omer GC (par 71), a Lumbres in Francia, dove ha vinto con 277 (70 70 67 70, -7) il francese Julien Guerrier.

Gli italiani sono stati tra i protagonisti. Infatti hanno concluso al decimo posto con 282 (-2) Francesco Laporta (69 72 72 69) e Filippo Bergamaschi (71 68 69 74), che sono stati sempre a ridosso dei primi, e anche Alessandro Tadini, 21° con 284 (68 71 72 73, par) che per due giri ha navigato in alta classifica. Al 32° posto Federico Maccario con 286 (77 67 71 71, +2) e al 60° Andrea Maestroni con 292 (70 72 77 73, +8).

Gagli ha condiviso la posizione con il portoghese Ricardo Santos e con lo scozzese Jack Doherty e sono terminati al quinto posto con 279 (-5) il cileno Mark Tullo, l’inglese Jack Senior e lo svedese Marcus Kinhult.

Nel giro finale c’è stata lotta accesa tra i primi sette concorrenti con prevalenza alterna. Gagli (nella foto) è partito bene con tre birdie in sette buche, poi ha perso terreno con tre bogey. Sull’ultima buca erano avanti Julien Guerrier e Jack Doherty con “meno 7” e Gagli era quarto con “meno 5”. Il toscano ha realizzato un birdie (70, -1) e Doherty gli ha aperto la porta per un possibile spareggio a quattro, compreso Santos già in club house, con un bogey, ma nel contempo ha concesso la grossa chance di vincere a Julien Guerrier che non se l’è lasciata sfuggire salvando il par (70). Il 31enne di Hevreux ha così ottenuto il primo titolo nel Challenge Tour, dopo averne siglati due sull’Alps Tour, ed è stato gratificato con 32.000 euro su un montepremi di 200.000 euro. Resta comunque la buona prova azzurra che sicuramente lascia ben sperare nelle prossime tappe del circuito.

Sono usciti al taglio Jacopo Vecchi Fossa, 76° con 146 (73 73, +4), Enrico Di Nitto, 86° con 147 (73 74, +5), Michele Ortolani, 98° con 148 (74 74, +6), Aron Zemmer, 113° con 150 (76 74, +8), e Andrea Pavan, 125° con 152 (78 74, +10).

 

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube

Internazionale d'Italia Maschile under 16 REPLY - T. Teodoro Soldati 2017