Ancora gli azzurri alla ribalta: a Giovanni Manzoni lo Swiss International

Manzoni Giovanni
  10 Agosto 2019 In primo piano
Condividi su:

Ha prevalso alla prima buca di playoff dopo un gran giro finale con una “buca in uno”.

E’ il 22 successo dei giocatori italiani, pro e dilettanti, in campo internazionale nel 2019

 

Giovanni Manzoni ha dato un altro successo in campo internazionale all’Italia, a distanza di 24 ore dalla prodezza di Charlotte Cattaneo nell’English Girls U16 in Inghilterra, imponendosi nello Swiss International Amateur Championships disputato sul percorso del Golf & Country Club Basel (par 72), a Basilea in Svizzera. L’azzurro ha concluso il torneo con 208 (69 72 67, -8) colpi agganciando in extremis il tedesco Mauro Anderi (72 67 69) e poi lo ha sconfitto con un birdie alla prima buca di playoff, Nella sua rincorsa l’azzurro ha avuto anche il supporto di una “hole in one” quando ha centrato dal direttamente dal tee la buca 7.

E’ la terza vittoria stagionale di Manzoni, 20enne milanese, tesserato per il GC Verona, da tempo nel giro azzurro in grande crescita nell’ultimo periodo, che in precedenza si era imposto in due eventi di College USA (NCAA D2 Men’s South/Se Region individuale e NCAA Division II Men’s Golf Championship a squadre con la Lynn University). Nel 2016 è stato campione nazionale Ragazzi.

Sono 22 i successi azzurri in campo internazionale nel 2019 – Sono salite a 22 le vittorie in campo internazionale dei giocatori azzurri, undici conquistate dai professionisti e altrettante dai dilettanti (otto individuali e tre a squadre) in una stagione che sta sempre più confermando come, dopo il record di 34 titoli ottenuti lo scorso anno, l’Italia abbia un gruppo di giocatori forti, affidabili, capaci di imporsi in tutto il mondo e in ogni fascia d’età, dai grandi campioni, come Francesco Molinari, fino ai giovanissimi.

Titolo e “hole in one” – La prima giornata di gara è stata annullata per maltempo e nella seconda, in cui si è disputato il primo giro, Manzoni ha chiuso in seconda posizione con un parziale di 69 (-3, cinque birdie, due bogey) insieme ad altri tre concorrenti, con un colpo di ritardo dal leader Sam Dumez (68, -4). Nella terza giornata sono stati effettuati due giri. Dopo 36 buche Manzoni, autore di un 72 (par, tre birdie, tre bogey), è sceso al settimo posto con 141 (-3) a due lunghezze dal trio di testa composto da Richard Heath, Gaelen Trew e da Mauro Anderi (139, -5).

Nel terzo turno l’azzurro ha dato vita a un autentico show  girando in 67 (-5) colpi, miglior score di giornata, realizzato anche da altri due concorrenti. Dopo due birdie è giunto l’ace, di cui si è detto, quando ha centrato la buca 7 (par 3) al volo dall’alto utilizzando un wedge, quindi a seguire un altro birdie. Un doppio bogey alla 11 ha frenato la sua corsa, ma con due birdie a chiudere ha agganciato Anderi, che nel frattempo era rimasto da solo al vertice. Nuovo birdie del milanese alla prima buca di spareggio, il terzo di fila, che è valso il titolo e l’invito a partecipare al prossimo European Masters (European Tour) a Crans sur Sierre (5-8 settembre).

In terza posizione con 209 (-7) Gaelen Trew e in quarta con 210 (-6) Guillaume Chevalier. Hanno offerto buone prove Ludovico Gallavresi, 11° con 214 (72 73 69, -2), e Giancarlo Sari, 23° con 217 (73 70 74, +1).

I RISULTATI

 

 

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube