Alessia Nobilio domina nel 90° Portuguese International Ladies Amateur

Il team azzurro dopo la premiazione
  01 Febbraio 2020 In primo piano
Condividi su:

Un autentico trionfo azzurro con altre tre azzurre tra le top ten e il successo nella Nations Cup

Alessia Nobilio ha dominato nel 90° Portuguese International Ladies Amateur Championship dove si è imposta con 273 (67 69 69 68, -15) colpi, ben otto di vantaggio sulla spagnola Carolina Lopez-Chacarra (281, -7).

Sul percorso del Montado Golf Resort (par 72), a Palmela in Portogallo, è stato un autentico trionfo azzurro con le italiane che hanno fatto doppietta vincendo anche la Nations Cup (con il trio composto dalla stessa Nobilio, da Francesca Fiorellini e da Carolina Melgrati) e con la presenza tra le top ten di Carolina Melgrati e di Francesca Fiorellini, settime con 285 (-3) e quest’ultima rinvenuta dalla 18ª piazza con un 66 (-6), miglior parziale del turno, e di Matilde Innocenti Angelini, nona con 286 (-2).

E’ la terza vittoria all’estero nell’arco di dodici giorni delle giocatrici azzurre, che hanno iniziato l’anno in maniera travolgente, dopo quelle negli Stati Uniti siglate da Benedetta Moresco (Annika Invitational) e da Alessandra Fanali (Tri Match in the Desert). Successi che premiano anche il lavoro della Federazione Italiana Golf impegnata nello sviluppo del movimento femminile attraverso il progetto “Golf è donna”.

Un trittico di allori che è anche un ottimo viatico per la nuova stagione, dopo la precedente in cui gli italiani hanno realizzato con 41 titoli in eventi internazionali (22 dei professionisti e 19 dei dilettanti) il record assoluto, demolendo il precedente di 34 del 2018. E’ la conferma di un impianto solito, con elementi capaci di emergere in ogni categoria e fascia d’età e in tutte le manifestazioni più importanti del mondo, grazie ovviamente alle loro qualità tecniche e al lavoro dei loro maestri, e che possono contare sullo staff tecnico FIG il cui supporto li mette in condizioni di esprimersi al meglio.

Alessia Nobilio, milanese, 19 anni da compiere, ha aggiunto un’altra perla al suo nutrito palmares di vittorie, mettendo un punto fermo sul torneo con i sette colpi di vantaggio presi dopo il terzo giro. Nel quarto non ha dato possibilità di reazione alle avversarie tenendo alto il ritmo con una prestazione impeccabile che ha prodotto un 68 (-4) con quattro birdie senza bogey. In terza posizione, a nove lunghezze, la danese Smilla Tarning Sonderby e l’iberica Carla Tejedo (282, -6), e in quinta con 284 (-4) l’altra spagnola Marta Garcia Llorca e la danese Natacha Host Husted. E’ uscita al taglio dopo tre giri Carlotte Cattaneo, 63ª con 230 (74 77 79, +14).

Nella Nations Cup, assegnata dopo 54 buche, Italia 1 ha avuto la meglio con 419 (136 143 140, -13) colpi davanti a Spagna (423, -9), Danimarca 2 (426, -6) e alla Germania (432, par). Al 15° posto Italia 2 (Innocenti Angelini, Cattaneo) con 442 (144 147 151, +10). Le azzurre sono state assistite dall’allenatore Stefano Soffietti.

I RISULTATI

 

 

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube