83° Masters: gran rimonta di F. Molinari nel quintetto al comando

F. Molinari
  13 Aprile 2019 In primo piano
Condividi su:

L’azzurro è il primo italiano nella storia ad essere leader in questo major

Francesco Molinari, ancora una volta autore di una prestazione ad altissimo livello sottolineata da un 67 (-5), si è portato con 137 (70 67, -7) colpi in vetta alla classifica dell’83° Masters Tournament, insieme a Brooks Koepka (66 71), numero quattro mondiale, al sudafricano Louis Oosthuizen (71 66) e agli australiani Adam Scott (69 68) e Jason Day (70 67).

Sul percorso dell’Augusta National (par 72), ad Augusta in Georgia, il quintetto precede di un colpo un ottimo Tiger Woods, Dustin Johnson, numero due mondiale, Xander Schauffele e il sudafricano Justin Harding (138, -6). Hanno tenuto lo spagnolo Jon Rahm, decimo con 139 (-5), e Phil Mickelson, 12° con 140 (-4), mentre ha ceduto Bryson DeChambeau in vetta con Koepka dopo un turno e scivolato al 16° posto con 141 (-3), causa un 75 (+3), dove è affiancato da Rickie Fowler e da Justin Thomas. In ritardo già pesante Patrick Reed, campione in carica, e Jordan Spieth, 29.i  con 143 (-1), e il nordirlandese Rory McIlroy, 36° con 144 (par), che per quest’anno dovrà probabilmente rinunciare all’idea di completare il grande slam vincendo l’unico major che gli manca. Sorpresa al taglio per l’uscita dello spagnolo Sergio Garcia e dell’inglese Justin Rose, numero uno del World Ranking, 66.i con 148 (+4) e fuori per un colpo.

Molinari, primo italiano leader al Masters – Francesco Molinari (nella foto), che ha siglato lo score più basso nei 26 round effettuati all’Augusta National fino ad ora, ha segnato cinque birdie, senza bogey, in un turno praticamente privo di sbavature. Il quarto birdie lo ha realizzato alla buca 12 (par 3), una delle tre dell’Amen Corner, il punto più delicato del tracciato dove spesso si decide in torneo. Il torinese è il primo italiano nella storia leader in questo major, dove Rocca fu secondo nel terzo turno del Masters 1997, il primo targato Tiger Woods.

“Oggi ha funzionato praticamente tutto – ha detto Molinari – per cui è stato un ottimo giro. Ieri avevo avuto qualche difficoltà sul gioco lungo, però sono riuscito a tenere lo score. Oggi invece è stata una giornata più semplice, tra virgolette, non sono mai stato praticamente fuori posizione. Ora si tratta di ripetere le stesse cose domani. Importante anche la scelta giusta delle strategie ed è fondamentale l’esperienza acquisita avendo giocato qui più volte, perché sai sempre cosa aspettarti. Mi sono trovato bene sui green. Dopo la pioggia di ieri erano un po’ più lenti così ho potuto essere più aggressivo e ciò mi ha permesso di imbucare quale putt in più. Sono molto soddisfatto. Ho tirato la palla nel modo giusto, gli approcci sono stati ottimi e con il putter ho fatto le cose che mi ero proposto. Ora la chiave è quella di recuperare più energie mentali e fisiche possibili”. Per le statistiche ha colto 12 dei 14 fairway, 12 dei 18 green e ha tirato 25 putt.

Woods sgambettato da uno steward – Grande prestazione di Tiger Woods (miglior posizione dopo 36 buche ad Augusta dal 2011), ma con brivido alla buca 14 quando uno steward, nel tentativo di prendere posizione per arginare la folla, è scivolato colpendo Tiger alla caviglia. Fortunatamente in quel momento il piede era sollevato e quindi, dopo alcuni saltelli, Woods ha proseguito senza danni, anche se non è mancato qualche brivido pensando agli interventi subiti al ginocchio. Alla stessa buca ha poi segnato un birdie con un putt di circa sette metri, il quinto dei sei di giornata, contro due bogey per il 68 (-4). “Sono cose che accadono quando giochi davanti a tanta gente” ha detto al termine apparendo molto soddisfatto della sua prova. “E’ il terzo major dopo il mio rientro in cui sono nel posto giusto della classifica e posso giocare le mie carte. In campo mi sono sentito a mio agio, a posto fisicamente e sono stato molto paziente. E se anche ho il rammarico per qualche putt non entrato, mi conforta il fatto che comunque i colpi erano ben tirati e sulla linea giusta”. Peraltro quattro dei birdie sono arrivati da distanze tra i sei e i nove metri.

Diretta su Sky – Il Masters Tournament viene teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky, sul canale Sky Golf HD. Terza giornata: sabato 13 aprile, dalle ore 21 alle ore 1.

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube