In Australia s’impone Ian Poulter, 29° Matteo Manassero

  18 dicembre 2011 News
Condividi su:

​Matteo Manassero si è classificato al 29° posto con 283 colpi (76 67 72 68, -1) recuperando diciannove posizioni, grazie a un parziale di 68 (-3), nel giro finale del JBWere Masters, torneo dell’Australasia Tour disputato al Victoria Golf Course (par 71) di Melbourne in Australia.

Ha vinto con  269 colpi (65 68 69 67), quindici sotto par, l’inglese Ian Poulter (nella foto) che ha avuto ragione dei giocatori di casa, in dieci alle sue spalle. La seconda piazza è stata conquistata da Marcus Fraser (272, -12), rivenuto con un ottimo 64 (-7) miglior punteggio del turno, e la terza da Geoff Ogilvy (273, -11), il quale dopo aver preso il comando nel terzo giro ha ceduto nettamente nell’ultimo con un 72 (+2, con due birdie, due bogey e un doppio bogey).

 

Al quarto posto con 277 (-7) Adam Crawford e il veterano Peter Senior, al sesto con 278 (-6)  Ashley Hall, Kieran Pratt e Brad Kennedy, al 12° con 280 (-4) l’inglese Luke Donald, numero uno mondiale, che praticamente ha viaggiato sempre nella stessa posizione. Poulter, al quale è andato un premio di 180.000 dollari australiani sul milione in palio, dopo esser stato in vetta per due turni è stato rilevato da Ogilvy che con un 63 (-8) nel terzo ha eguagliato il record del campo, stabilito otto anni addietro da John Wade. Poulter, 35enne di Hitchin, però, ha iniziato il giro conclusivo con grande determinazione realizzando subito un eagle con cui ha agguantato l’avversario, che poi ha staccato con due birdie prima del giro di boa. Ha quindi perfezionato il parziale vincente di 69 (-2) con un birdie e un bogey. E’ al primo titolo nell’Australasia Tour, mentre ne vanta dieci nell’European Tour, uno nel WGC (Accenture Match Play 2010) e uno nel Japan Tour.

 

Manassero ha iniziato il torneo con un penalizzate 76 (+5), ma ha ben reagito evitando il taglio e poi con orgoglio ha abbandonato le posizioni di coda con un 68 (-3). E’ partito con un eagle e un birdie, ma alla quarta buca si è trovato in par per un bogey e un doppio bogey. Da quel momento non ha commesso più errori e con tre birdie ha fissato lo score.   I risultati

 

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube

Tasa Torbica - saranno famosi