Eurotour: successo di Jaidee 18° Colombo, 28° Manassero

  03 Giugno 2012 News
Condividi su:

Il thailandese Thongchai Jaidee ha vinto con 278 colpi (71 68 67 72, -6) l’ISPS Handa Wales Open (European Tour) disputato sul percorso del Celtic Manor Resort (par 71), a Newport in Galles. Jaidee ha conquistato il quinto titolo nel tour, il primo fuori dalle terre d’Oriente, precedendo di un colpo il danese Thomas Bjorn, il sudafricano Richard Sterne, lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño e l’olandese Joost Luiten (279, -5). Tra i giocatori italiani il migliore è stato Federico Colombo, 18° con 285 colpi (79 68 67 71, +1) e autore di un eccellente recupero dopo aver iniziato con un 79 (+8) in 123ª posizione. Ha segnato un colpo in più Matteo Manassero, 28° con 286 (76 68 68 74, +2), quindi 46° con 290 (+6) Francesco Molinari (74 69 73 74), 57° con 292 (+8) Lorenzo Gagli (77 70 66 79), 72° con 299 (+15) Andrea Pavan (76 71 74 78).

 

Hanno disputato una buona prova l’irlandese Paul McGinley e l’inglese Ross Fisher, sesti con 280 (-4), ma il secondo ha molto da recriminare per un colpo di penalità dovuto a gioco lento che lo ha messo fuori dalla corsa per il titolo a poche buche dal termine. Ottavi con 281 (-3) l’irlandese Peter Lawrie, lo svedese Joel Sjoholm e il francese Romain Wattel. Il 43enne Thongchai Jaidee, nativo di Lop Buri ed ex para dell’esercito thailandese, ha preso il comando nel terzo giro, ma dopo le prime nove buche del quarto, condotte con un bogey e un doppio bogey, sembrava tagliato fuori. Dalla buca 10, però, si riprendeva e con tre birdie si riportava avanti e consolidava il vantaggio con il quarto birdie di giornata alla 15. Un suo bogey alla 16 non veniva sfruttato dagli avversari e alla 18, in evidente difficoltà soprattutto per la pressione, rischiava ancora, ma l’ulteriore bogey serviva solo a dimezzare il vantaggio sui secondi, perché Luiten mancava il putt per il birdie che avrebbe procurato lo spareggio a due. Jaidee, primo thailandese a imporsi nel circuito europeo, non aveva mai vinto come detto nel vecchio continente essendosi imposto in precedenza nel Malaysian Open (2004, 2005), nell’Indonesia Open (2009) e nel Ballantine’s Championship in Corea (2009). Il successo gli ha fruttato 300.000 euro su un montepremi di 2.250.000 euro.

 

Colombo, che con le belle prove di queste due settimane ha fatto passi da gigante nell’avvicinarsi ai primi 115 classificati dell’ordine di merito i quali a fine anno conserveranno la ‘carta’, ha girato nel 71 del par con due birdie e due bogey; per Manassero (74, +3) due birdie, tre bogey e un doppio bogey; per Francesco Molinari (74) due birdie e cinque bogey. Gagli dopo una bella rimonta nei due giri centrali ha trovato nuovamente una giornata storta come era accaduto all’inizio del torneo: per lui 79 colpi (+8) con tre birdie, tre bogey, un doppio bogey e due tripli bogey. Punteggio alto anche per Pavan (78, +7) con due birdie, quattro bogey, un doppio bogey e un triplo bogey. E’ uscito al taglio Edoardo Molinari, 75° con 148 (77 71, +6).   I risultati

 

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube