Eurotour: nell’Abu Dhabi HSBC gran finale di Rickie Fowler McIlroy e Stenson 3.i, Spieth 5°

  23 gennaio 2016 News
Condividi su:

Lo statunitense Rickie Fowler (nella foto) ha vinto con 272 colpi (72 68 65 69, -16) l’Abu Dhabi HSBC Golf Championship, gara dell’European Tour disputata sul tracciato dell’Abu Dhabi Golf Club (par 72), ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi, dopo sono usciti al taglio, dopo 36 buche, Renato Paratore, 74° con 144 (69 75, par), e Matteo Manassero, 108° con 148 (72 76, +4).

In un finale molto combattuto Fowler, numero sei mondiale, ha avuto la meglio sul belga Thomas Pieters, secondo con 273 (-15), e sul nordirlandese Rory McIlroy, numero tre, e sullo svedese Henrik Stenson, numero cinque, terzi con 274 (-14). Al quinto posto con 277 (-11) l’americano Jordan Spieth, leader del World Ranking, che è stato affiancato dal tedesco Marcel Siem, dallo spagnolo Alejandro Cañizares, dall’olandese Joost Luiten, dal sudafricano Branden Grace e dal coreano Byeong Hun An.
Al 14° con 279 (-9) l’inglese Ian Poulter e lo spagnolo Rafael Cabrera Bello, al 16° con 280 (-8) il tedesco Martin Kaymer e il cinese Ashun Wu, al 26° con 282 (-6) l’iberico Pablo Larrazabal e al 46° con 284 (-4) il thailandese Thongchai Jaidee.
Fowler, 27enne di Murrieta (California), ha raccolto il secondo titolo nell’European Tour dopo essersi imposto nello Scottish Open (2015) e ne vanta tre sul PGA Tour suo circuito di competenza. Ha iniziato il giro finale in vetta con due colpi di margine su Luiten e ha consolidato subito il suo vantaggio con due birdie in apertura. Ha compensato un doppio bogey alla 7ª con un eagle all’8ª e poi ha segnato par fino alla buca 17 quando, con gli avversari a ridosso, ha messo al sicuro il risultato con un gran birdie (69, -3).
Pieters ha conquistato il secondo posto solitario alla 18ª con il quinto birdie di giornata per un 67 (-5) senza bogey. McIlroy ha pagato una partenza sotto tono con tre bogey contro due birdie in undici buche e non sono valsi i fuochi d’artificio nel finale (tre birdie e un eagle) per recuperare (68, -4). Stenson era troppo in ritardo e l’ottimo 67 (sei birdie e un bogey) è servito comunque per rimontare cinque posizioni. Ha contribuito allo spettacolo anche Spieth con un 68 (sei birdie e due  bogey) con cui ha risalito la classifica di 14 gradini. Fowler ha ricevuto un assegno di 409.687 euro su un montepremi di 2.500.000 euro.
TERZA GIORNATA – Renato Paratore, 74° con 144 (69 75, par), e Matteo Manassero, 108° con 148 (72 76, +4), sono usciti al taglio nell’Abu Dhabi HSBC Golf Championship, gara dell’European Tour che si sta svolgendo sul tracciato dell’Abu Dhabi Golf Club (par 72), ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi. Per i ritardi accumulati in precedenza, il terzo giro non si è concluso, mentre nella mattinata era stato portato a termine il secondo.
Nella classifica provvisoria, peraltro molto corta e che lascia intendere gran bagarre nella giornata finale essendo i migliori quasi tutti in corsa per vincere, sono in vetta con “meno 10” il nordirlandese Rory McIlroy, fermato alla nona buca, l’olandese Joost Luiten (stop alla 10ª), lo statunitense Rickie Fowler (11ª), l’inglese Ian Poulter (13ª) e il sudafricano Branden Grace (16ª).
Un triplo bogey alla buca 9, per una palla persa, ha fatto scendere l’inglese Andy Sullivan (9ª), leader dopo due giri, al sesto posto con “meno 9” dove è affiancato dal connazionale Robert Rock (10ª), dallo svedese Henrik Stenson (10ª), dallo spagnolo Rafael Cabrera Bello (9ª) e dal belga Thomas Pieters (15ª). All’11° con 208 (-8) il thailandese Thongchai Jaidee e al 15° con 209 l’americano Jordan Spieth, numero uno mondiale, alla pari con il tedesco Martin Kaymer, che ha lo stesso “meno 7” e sei buche a disposizione per migliorarsi.  Stesso destino dei due azzurri per il sudafricano Ernie Els e per l’inglese Lee Westwood, 113.i con 149 (+5).
Al momento dello stop, la sera precedente, Paratore e Manassero avevano lasciato il campo dopo dieci buche, il primo al 37° posto con “meno 2” (un birdie e 2 bogey di giornata) e il secondo al 93° con “+2” (due birdie e quattro bogey). Il romano, alla ripresa, ha segnato par per sei buche, poi l’improvviso black out con due bogey (75, +3) che lo hanno messo fuori gioco per un colpo.
Manassero è ripartito decisamente male e in quattro buche (un birdie e tre bogey) le speranze di una rimonta si sono trasformate nel 15° taglio consecutivo, 14 di fila accusati sull’European Tour e uno nel Japan Tour (Dunlop Phoenix). Successivamente ha terminato il turno con un birdie e un bogey per un 76 (+4). Il montepremi è di 2.500.000 euro con prima moneta di 409.686 euro.
Il torneo su Sky – La giornata finale dell’Abu Dhabi HSBC Golf Championship sarà teletrasmessa in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky con collegamento dalle ore 9,30 alle ore 14 (Sky Sport 2 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Donato Di Ponziano.
SECONDA GIORNATA – Non si è concluso il secondo giro dell’Abu Dhabi HSBC Golf Championship, evento dell’European Tour che si sta svolgendo sul tracciato dell’Abu Dhabi Golf Club (par 72), ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi. Un ritardo di 2 ore e 45’ sulle partenze, causato dalla nebbia, non ha poi più concesso la luce necessaria per terminare. Hanno percorso dieci buche sia Renato Paratore che Matteo Manassero e, nella classifica provvisoria, il romano è al 37° posto con “meno 2” e il secondo al 93° con “+2”.
E’ salito in vetta con 134 (67 67, -10) l’inglese Andy Sullivan, seguito con “meno 9” dal 22enne dilettante statunitense Bryson Dechambeau, lo scorso anno vincitore dell’U.S. Amateur, leader dopo il turno iniziale e stoppato alla nona buca.
In terza posizione con 137 l’olandese Joost Luiten e lo spagnolo Rafael Cabrera Bello affiancati con lo stesso “meno 7” dal danese Thomas Bjorn e dall’inglese Richard Bland, fermati alla 11ª. In nona con 139 gli inglesi Matthew Fitzpatrick e Ian Poulter e con il medesimo “meno 5” il nordirlandese Rory McIlroy (13ª), che ha rallentato, il tedesco Martin Kaymer (12ª) e lo statunitense Rickie Fowler (13ª), che invece hanno guadagnato terreno. Si sono allontanati dalla vetta anche lo svedese Henrik Stenson, 20° con “meno 4” (12ª), e l’americano Jordan Spieth, numero uno mondiale, 26° con “meno 3” (13ª) come il thailandese Thongchai Jaidee  che però è giunto in club house (141, -3). In recupero il nordirlandese Darren Clarke e l’inglese Danny Willett, 56.i con 143 (-1), e destino già deciso per il sudafricano Ernie Els e per l’inglese Lee Westwood, 113.i con 149 (+5), che usciranno al taglio.
Sullivan ha realizzato il secondo 67 (-5) di fila con sette birdie e due bogey. Paratore, al via dalla 10ª, è uscito con due bogey, poi ha recuperato metà svantaggio con un birdie prima dello stop. Manassero, anche lui partito dalla 10ª, ha perso tre colpi (quattro bogey e un birdie) in sette buche e, come Paratore, ha concluso con un birdie. Ora ha otto buche a disposizione per portarsi sul “meno 1”, presumibile quota per rimanere in corsa, ed evitare il 15° taglio consecutivo, dopo i 13 accusati sull’European Tour e quello nel Japan Tour (Dunlop Phoenix). Il montepremi è di 2.500.000 euro con prima moneta di 409.686 euro.
Il torneo su Sky – L’Abu Dhabi HSBC Golf Championship viene teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky con collegamenti ai seguenti orari: sabato 23 gennaio, dalle ore 10 alle ore 14 (Sky Sport 2 HD); domenica 24, dalle ore 9,30 alle ore 14 (Sky Sport 2 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Donato Di Ponziano.
PRIMA GIORNATA – Ottimo inizio di Renato Paratore, 12° con 69 (-3) colpi, nell’Abu Dhabi HSBC Golf Championship, evento dell’European Tour che si sta svolgendo sul percorso dell’Abu Dhabi Golf Club (par 72), ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi, dove l’altro italiano in gara Matteo Manassero è 59° con 72 (par).
Hanno tenuto una grande andatura i concorrenti più forti del lotto, ma a prendere la vetta con 64 (-8) è stato il 22enne dilettante statunitense Bryson Dechambeau, lo scorso anno vincitore dell’U.S. Amateur, considerato un major della categoria. Così lo svedese Henrik Stenson, numero cinque mondiale, si è dovuto accontentare del secondo posto con 65 (-7), il nordirlandese Rory McIlroy, numero tre, del terzo con 66 (-6) insieme al sudafricano Branden Grace, e l’americano Jordan Spieth, leader del world ranking, del settimo con 68 (-4) dove la ha compagnia degli inglesi Matthew Fitzpatrick e David Howell, del danese Thomas Bjorn e dello svedese Niclas Fasth. Al quinto con 67 (-5) gli inglesi Richard Bland e Andy Sullivan.
Hanno lo stesso score di Paratore anche il tedesco Martin Kaymer e il cinese Ashun Wu e hanno un colpo in più lo statunitense Rickie Fowler, il thailandese Kiradech Aphibarnrat e gli spagnoli Rafael Cabrera Bello e Pablo Larrazabal, 29.i con 70 (-2). In 47ª posizione con 71 (-1) il thailandese Thongchai Jaidee e piuttosto sotto tono il sudafricano Ernie Els, il nordirlandese Darren Clarke, l’inglese Lee Westwood e il francese Gary Stal, campione uscente, 86.i con 73 (+1), l’iberico Alvaro Quiros e l’inglese Danny Willett, 111.i con 75 (+5).
Dechambeau, che nel 2015 ha preso parte all’U.S. Open senza superare il taglio, è partito con un bogey poi si è guadagnato la leadership realizzando un eagle  e sette birdie. Stenson, tornato in campo ad appena sei settimane da un intervento al ginocchio, ha infilato otto birdie e un bogey e anche McIlroy ha siglato otto birdie, ma con due bogey. Poco più lento Spieth, con sei birdie e due bogey.
Paratore ha messo a segno due birdie in otto buche, poi ha frenato con un bogey alla nona. Ha proseguito con molta attenzione attendendo l’occasione propizia e se ne sono presentate due in chiusura che ha tradotto in altri due birdie.
Manassero sulle prime undici buche è andato in altalena alternando un birdie, due birdie e un altro birdie ad altrettanti bogey. Tornato per la terza volta in par ha continuato senza scosse fino al termine propiziandosi un’occasione per interrompere la serie dei 14 tagli consecutivi subiti, tredici sull’European Tour e uno sul Japan Tour. Il montepremi è di 2.500.000 euro con prima moneta di 409.686 euro.
Il torneo su Sky – L’Abu Dhabi HSBC Golf Championship viene teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky con collegamenti ai seguenti orari: venerdì 22 gennaio, dalle ore 8 alle ore 14 (Sky Sport 2 HD); sabato 23, dalle ore 10 alle ore 14 (Sky Sport 2 HD); domenica 24, dalle ore 9,30 alle ore 14 (Sky Sport 2 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Donato Di Ponziano.
PROLOGO – Renato Paratore e Matteo Manassero saranno gli unici due italiani presenti nell’Abu Dhabi HSBC Golf Championship (21-24 gennaio), evento dell’European Tour in programma sul percorso dell’Abu Dhabi Golf Club, ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi.
Il field è delle grandi occasioni per la partecipazione degli statunitensi Jordan Spieth, leader mondiale, e Rickie Fowler, numero sei, del nordirlandese Rory McIlroy, numero tre, dello svedese Henrik Stenson, numero cinque, del tedesco Martin Kaymer e del sudafricano Ernie Els.
Sono i più titolati del lotto, ma vi sono tanti altri ottimi competitori quali gli inglesi Ian Poulter, Lee Westwood, Danny Willett e Matthew Fitzpatrick, gli spagnoli Alvaro Quiros, Rafael Cabrera Bello e Pablo Larrazabal, l’austriaco Bernd Wiesberger, il francese Victor Dubuisson, lo scozzese Russell Knox, membro del PGA Tour, i sudafricani Branden Grace e Haydn Porteous, fresco vincitore del Joburg Open, i thailandesi Thongchai Jaidee e Kiradech Aphibarnrat e il cinese Ashun Wu. Al via anche il nordirlandese Darren Clark, preso tra i suoi compiti di giocatore e di capitano della selezione europea alla prossima Ryder Cup (30 settembre-2 ottobre, Hazeltine National, Minnesota, USA).
Sarà dunque un grande torneo dove Matteo Manassero cercherà di porre fine alla spirale alla spirale dei tredici tagli consecutivi subiti tra 2015 e 2016 e dove Renato Paratore proverà a riprendere il buon passo tenuto nelle prime due gare stagionali e poi interrotto domenica scorsa con l’uscita anticipata al Joburg Open. Il montepremi è di 2.500.000 euro con prima moneta di 409.686 euro.
Il torneo su Sky – L’Abu Dhabi HSBC Golf Championship sarà teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione da Sky con collegamenti ai seguenti orari: giovedì 21 gennaio, dalle ore 6,30 alle ore 9,30  (Sky Sport 3 HD) e dalle ore 11 alle ore 14 (Sky Sport 2 HD); venerdì 22, dalle ore 8 alle ore 14 (Sky Sport 2 HD); sabato 23, dalle ore 10 alle ore 14 (Sky Sport 2 HD); domenica 24, dalle ore 9,30 alle ore 14 (Sky Sport 2 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Donato Di Ponziano.

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube